Le strade di Parigi di recente stanno vivendo una vera e propria colonizzazione da parte di figure bianche e nere che interagiscono con alcuni suoi elementi di arredo o degrado urbano. Un'invasione della città progettata dall'artista di strada Charles Leval, aka Levalet, che sta animando Parigi con scene giocose e surreali. Sempre più spesso ormai la street art acquisisce un carattere interattivo che conquista sempre più persone nel mondo ponendo interrogativi stessi sulla natura della street art: da arte illegale e di conflitto con la società ad arte che interagisce ed abbellisce il contesto in cui si colloca.

Le strade di Parigi diventano un luogo di sorprese grazie alla street art interattiva di Levalet: i suoi personaggi vengono coinvolti in stravaganti attività con elementi urbani come tubi, condizionatori, paletti, finestre e porte chiuse, fili elettrici, etc. Ogni scena inizia con un progetto giocoso abbozzato su un pezzo di carta che poi prende vita attraverso stencil bianchi e neri di vivaci personaggi realistici in un gioco di ombre e luci che spesso possono ingannare l'occhio. Le figure a grandezza naturale di Levalet aggiungono un tocco di divertimento all'ambiente urbano e sottolineano a volte situazioni di degrado in città trasformandole in gallerie d'arte di fortuna. Levalet in scena i suoi personaggi disegnati con inchiostro di china nello spazio pubblico, in un gioco di dialogo visivo e semantico con l'ambiente. Le opere dello street artist francese comprendono l'immagine di un giovane in sella a uno struzzo o una donna a piedi con il suo serraglio lungo una fermata dell'autobus. I personaggi interagiscono con l'architettura e sono impiegati in situazioni spesso al limite dell'assurdo.