A vederla dall'esterno la nuova torre della zona di Hauts Malesherbes, a Parigi, con tutti quei vasi sui parapetti, sembra dare un senso di instabilità preoccupante. Passando sotto l'edificio progettato dal designer Edouard François si può pensare che qualcosa prima o poi cadrà sulla vostra testa ma ben presto ci si accorge che tutti quei vasi con piante di bambù fanno parte della struttura stessa del nuovo edificio che non a caso si chiama Tower Flower. Il progetto di torre floreale si inserisce nella nuova area di rigenerazione urbana di Parigi, curata dall'architetto Christian de Portzamparc, ed è un esempio emblematico di desiderio di natura in città.

10 piani integrati con circa 380 vasi di piante di bambù, ecco l'edificio che ormai già è diventato un punto di riferimento nel 17° arrondissement. La Tower Flower ha una particolare struttura con piante integrate sin dalla progettazione allo scopo di mantenere il micro clima interno costante sia nei mesi invernali che estivi. Tutte le piante sono innaffiate utilizzando un sistema che ricicla l'acqua piovana in modo da non incidere negativamente sull'ambiente. "La torre è la continuazione verticale di un parco adiacente. I suoi vasi da fiori giganti, appesi ai balconi, sono stati ispirati dalle fioriere alle finestre parigine che possono essere di per sé tesori botanici", spiega il designer Edouard François, "L'edilizia sociale è liberata di tutte le pareti portanti. Gli abitanti godono del fruscio dei bambù e di una luce filtrata dalle foglie". Anche gli spazi comuni godono di luce naturale grazie ad ascensori in facciata completamente trasparenti che permettono ai raggi solari di penetrare verso l'interno dell'edificio. Vivere nella Tower Flower è come godere di un pezzo di giungla o di natura nel cuore di una città come Parigi.