Un caminetto acceso, un'atmosfera calda, una finestra che incornicia la montagna e la neve fuori che cade, i Canti di Natale di Dickens da leggere ad alta voce e…una sedia a dondolo, immancabile nel perfetto quadro di una sera invernale durante le feste natalizie. Ma nel 2013 la sedie a dondolo si fa moderna, tra linee retrò e stile contemporaneo. La sedia Comback di Kartell è infatti una reinterpretazione di un grande classico: la sedia Windsor, molto in voga nel 18° secolo. Giocando sulle linee più essenziali e moderne e su una gamma di colori vivaci, la designer Patricia Urquiola ha rispettato le caratteristiche principali della tradizionale sedia Windsor: un ritorno al passato glorioso dell’Inghilterra del XVIII secolo, caratterizzata da una spalliera costituita da una struttura a sette denti, che si allarga verso il poggiareni, rinforzato da un bordo di tenuta ad esagoni, che si unisce al sedile tramite esili fusti verticali a raggiera.

"Quello che mi interessa nella progettazione", afferma la Urquiola, "è il metodo artigianale, che combina memoria e aspetto industriale da reinterpretare, in serie, con la cultura degli oggetti tradizionalmente utilizzati".Grazie all’utilizzo del policarbonato, la Comback chair è leggerissima e molto confortevole. Generosa nelle dimensioni, la rivisitazione della sedia Windsor monoscocca unisce funzionalità ed ergonomia ad un alto tasso di emozionalità e memoria.