Pechino ha vinto la sfida per ospitare le Olimpiadi Invernali 2022: sarà l'unica città che potrà vantarsi di aver accolto le Olimpiadi estive e quelle invernali. Le Olimpiadi di Pechino del 2008 hanno visto la realizzazione o riqualificazione di diversi edifici della città. E se per la manifestazione del 2008 la costruzione simbolo dei Giochi della XXIX Olimpiade fu lo stadio a forma di nido d'uccello progettato dagli architetti Herzog & de Meuron; è possibile che per le Olimpiadi del 2022 sarà il Ponte sul Giu River a creare l'immagine iconica della città.

Si ispira ai cinque anelli simbolo delle Olimpiadi il ponte sul Giu River. Ha una forma a doppia elica il nuovo ponte derivata proprio da un lavoro di distorsione dei cinque anelli colorati delle Olimpiadi da cui emerge l'immagine distintiva della struttura. Lo studio di architettura Penda che si occupa del disegno del ponte ha proposto questo progetto in vista dei lavori infrastrutturali che Pechino sta compiendo in vista dei XXIV Giochi olimpici invernali. Il nome del ponte è San Shan, che significa "tre montagne", e si riferisce alle tre vette che si scorgono guardano il ponte di profilo. Nonostante infatti si tema che non ci sia neve sufficienti per gli eventi all'aperto a Pechino, la Cina è già impegnata in un piano di restyling della città in vista della XXIV edizione dei Giochi olimpici invernali.

San Shan collegherà Pechino con la città di Zhangjiakou, dove si svolgeranno il maggior numero di eventi all'aperto delle Olimpiadi. Gli Archi a forma di elica del ponte sono stati progettati e costruiti da ARUP che li ha connessi insieme per creare la forma complessiva del ponte che ha come sfondo solo boschi e l'acqua del fiume Giu River. Il ponte sarà lungo 452 metri e ospiterà quattro corsie per le auotomobili e due percorsi pedonali, divisi dalle carreggiate da alti alberi che fungono da pareti isolanti di vegetazione. La struttura è caratterizzata da una di tre eliche in acciaio, con una luce massima di 95 metri, che si intersecano sopra e sotto la superficie stradale. Il ponte è sospeso con cavi in ​​acciaio ad alta resistenza ed è progetto per essere il più sottile possibile, consentendo in fase di realizzazione l'uso di acciaio fino a 5 volte minore rispetto ad un ponte dello stesso genere. L'area circostante sarà trasformata in un hub che collega la vivace Pechino con le zone circostanti, preparandosi ad ospitare il Pechino Horticultural Expo 2019 e le Olimpiadi Invernali 2022.