Anne Lacaton e Jean-Philippe Vassal hanno ricevono il Pritzker Architecture Prize 2021. Lo ha annunciato ieri a Chicago Tom Pritzker, presidente della Hyatt Foundation, che ha attribuito la massima onorificenza dell'architettura a Lacaton e Vassal per la loro progettazione di alloggi privati e sociali, istituzioni culturali e accademiche, spazi pubblici e sviluppi urbani, che valorizza la sostenibilità delle strutture preesistenti: "Una buona architettura è aperta, aperta alla vita, aperta per migliorare la libertà di chiunque, dove chiunque può fare ciò di cui ha bisogno", afferma Lacaton. "Non dovrebbe essere dimostrativo o imponente, ma deve essere qualcosa di familiare, utile e bello, con la capacità di sostenere silenziosamente la vita che si svolgerà al suo interno.".

La motivazione della giuria

L'architettura di Anne Lacaton e Jean-Philippe Vassal si pone come priorità l'arricchimento della vita umana. Il duo francese ha fondato il suo studio, Lacaton & Vassal, a Parigi nel 1987, completando oltre 30 progetti in tutta Europa e Africa occidentale.  I loro progetti sono pensati per migliorare l'individuo socialmente, ecologicamente ed economicamente, aiutando l'evoluzione di una città. Il duo di architetti francesi è stato selezionato per il più prestigioso premio di architettura, il Pritzker Prize 2021 con questa motivazione della giuria:  “Non solo hanno definito un approccio architettonico che rinnova l'eredità del modernismo, ma hanno anche proposto una definizione adeguata della professione stessa dell'architettura. Le speranze e i sogni modernisti di migliorare la vita di molti sono rinvigoriti attraverso il loro lavoro che risponde alle emergenze climatiche ed ecologiche del nostro tempo, nonché alle urgenze sociali, in particolare nel regno degli alloggi urbani. Lo fanno attraverso un potente senso dello spazio e dei materiali che crea un'architettura forte nelle sue forme quanto nelle sue convinzioni, trasparente nella sua estetica come nella sua etica ".

L'opera di Lacaton e Vassal

Giardini d'inverno che ampliano lo spazio interno, balconi che consentono agli abitanti di risparmiare energia e accedere alla natura in tutte le stagioni, rispetto dell'ambiente e dell'individuo, sono gli elementi cardine dell'architettura di Lacaton e Vassal: la Latapie House del 1993 è stata la loro prima applicazione delle tecnologie di serra per installare un giardino d'inverno che consentisse una residenza più grande con una spesa contenuta. "Non demolire mai" è l'imperativo categorico dell'approccio architettonico dei due architetti francesi che intervengono sulla preesistenza con sensibilità e capacità di visione e miglioramento, come è avvenuto per La Tour Bois le Prêtre (Parigi, Francia 2011), un progetto di abitazioni urbane di 17 piani e 96 unità originariamente costruito all'inizio degli anni '60.

Il nostro lavoro consiste nel risolvere vincoli e problemi e trovare spazi che possano creare usi, emozioni e sentimenti. Alla fine di questo processo e di tutto questo sforzo, devono esserci leggerezza e semplicità, quando tutto ciò che è stato prima era così complesso.

La trasformazione è l'opportunità di fare di più e meglio con ciò che già esiste. La demolizione è una decisione facile e di breve termine. È uno spreco di molte cose: uno spreco di energia, uno spreco di materiale e uno spreco di storia. Inoltre, ha un impatto sociale molto negativo. Per noi è un atto di violenza.

Anne Lacaton e Jean-Philippe Vassal

L'approccio architettonico

Gli architetti creano nuovi spazi aperti che accolgono maggiori movimenti e mutevoli esigenze in edifici datati di cui allungano la longevità, come nel recente intervento per il Palais de Tokyo di Parigi, dove è stato aumentato il museo di 20.000 metri quadrati, in parte creando nuovi spazi sotterranei e assicurando che ogni area del la costruzione fosse riservata all'esperienza dell'utente. Gli architetti hanno creato spazi voluminosi e incompiuti che consentono ad artisti e curatori di creare mostre illimitate per tutti i mezzi d'arte. “Quest'anno, più che mai, abbiamo sentito di essere parte dell'umanità nel suo insieme. Che sia per motivi di salute, politici o sociali, è necessario costruire un senso di collettività. Come in ogni sistema interconnesso, essere giusto nei confronti dell'ambiente, essere giusto nei confronti dell'umanità, è essere giusto nei confronti della prossima generazione ”, commenta Alejandro Aravena, presidente della giuria del Pritzker Architecture Prize. "Lacaton e Vassal sono radicali nella loro delicatezza e audaci attraverso la loro sottigliezza, bilanciando un approccio rispettoso ma diretto all'ambiente costruito."