Come spesso accade, le idee geniali arrivano per dare soluzione a problemi quotidiani che tutti potrebbero avere. E così è stato per Pet Mini, lo skateboard elettrico fatto con la plastica riciclata. L'idea è del designer João Leão che voleva creare un mezzo in grado di porre fine allo stressante pendolarismo fatto di attese e disfunzioni e aiutare l'ambiente: "Tutto è iniziato con due problemi, i rifiuti di plastica che stavo vedendo essere raccolti sulle spiagge della mia città di origine Porto e i crescenti tempi di spostamento a causa del forte aumento di persone in città e delle scarse infrastrutture di trasporto pubblico e personale". Pet Mini è un mezzo di trasporto rapido, che utilizza materiali riciclati e non inquina.

Pet Mini è il primo skateboard elettrico fatto con materiali termoplastici riciclati, come il PP e l'HDPE. Ci sono voluti meno di 500 euro di materiali per la sua prototipazione. Il risultato è un mezzo di trasporto veloce ed ecologico che pesa 8 kg, ha una lunghezza di 75 cm e raggiunge una velocità massima di 35 km/h. PET MINI è facile da trasportare, ha un'autonomia di 36 km e un tempo di ricarica di 1 ora e 50 minuti. Per realizzare l'innovativo skateboard, il designer João Leão ha usato Open Design con cui si può facilmente prototipare e distribuire progetti su scala globale, promuovendo al contempo la produzione locale. Il progetto è nato in collaborazione con un Fab Lab ldi Porto, VIVA Lab, un centro creativo dedicato alle aree dell'istruzione, del design e dell'innovazione che sta costruendo una comunità per l'innovazione sociale, e Precious Plastic, un progetto sviluppato dal product designer danese Dave Hakkens che sta costruendo una comunità globale di centinaia di persone che lavorano per una soluzione all'inquinamento da plastica.

La condivisione è l'altra importante caratteristica di PET MINI. Tutti gli strumenti, le conoscenze e le tecniche raggiunte infatti per la produzione di PET MINI sono state condivise online gratuitamente. I fogli di HDPE di plastica riciclata sono stati prodotti da Precious Plastic, poi un router CNC ha lavorato per ottenere il corpo dello skateboard e infine le parti meccaniche sono state stampate in 3D per accelerare la fase di prototipazione. "Nonostante non sia mai stato utilizzato PET durante lo sviluppo dello skateboard,", spiega João Leão, "a causa della sua natura fragile e dei scarsi risultati estetici durante il test, questo nome è stato scelto proprio per stimolare la conversazione sull'uso e sui tipi di materiali termoplastici riciclati nel processo di progettazione e contemporaneamente serve come acronimo di "Personal Electric Transport"". PET Mini ha inoltre un design costantemente incompleto, per invitare e invogliare tutti ad una sua ulteriore evoluzione.