Nel corso degli ultimi quattro secoli, milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo si sono recati in uno dei luoghi più misteriosi d'Inghilterra, nello Yorkshire, per vedere di persona dove è iniziata la leggenda di Mother Shipton e la magia del pozzo che trasforma oggetti di uso quotidiano in pietra. Non si tratta di un film di magia né di un libro di stregoneria ma di un luogo realmente esistente collocato a Knaresborough, nel North Yorkshire, vicino al Fiume Nidd, dove sorge un pozzo che presenta la particolare caratteristica di pietrificare gli oggetti. Dal 1630 questo pozzo è stato aperto al pubblico e da allora si è affermato come una delle attrazioni turistiche più visitate dell'Inghilterra.

Anticamente si credeva che il Pozzo Pietrificante fosse stato maledetto dal demonio, poi si è pensato a qualche magia fino ad essere considerato un luogo miracoloso perché con le sue acque riusciva a trasformare gli oggetti in pietra. A questa storia misteriosa si è associata nel tempo anche la leggenda di Mother Shipton, la più famosa profetessa d'Inghilterra, che ha predetto il destino di diversi sovrani, così come l'invenzione delle navi in ​​ferro, il grande incendio di Londra del 1666, la sconfitta dell'Armada Spagnola e anche la fine del mondo, e che sembra sia nata in una grotta non lontana dalla Petrifying Well, caricando ulteriormente di mistero questo luogo. Nel 1600 le acque del Pozzo furono esaminate da un medico inglese che le definì "una cura miracolosa per qualsiasi cambiamento continuo del corpo" ma in molti ancora avevano terrore a bagnarsi in quelle stesse acque capaci di pietrificare gli oggetti.

È solo negli ultimi 150 anni che la scienza ha spiegato esattamente il processo di trasformazione in pietra degli oggetti tenuti per lungo tempo sotto le acque a cascata del Pozzo Pietrificante di Knaresborough: la pietrificazione è un fenomeno naturale dovuto all'elevato contenuto minerale dell'acqua. L'elemento più popolare trasformato in pietra è un orsacchiotto di peluche che impiega dai tre ai cinque mesi per irrigidirsi. I peluche, una volta pietrificati, vengono poi messi in vendita nel negozio di souvenir, come qualsiasi attrazione turistica che si rispetti.