Quadrant House. Foto di di Jaroslaw Syrek
in foto: Quadrant House. Foto di di Jaroslaw Syrek

Lo studio di architettura KWK Promes, guidato dall'architetto Robert Konieczny, ha realizzato la prima casa al mondo in grado di ruotare per seguire il movimento del Sole. Si chiama Quadrant House e prende il nome dal quadrante, lo strumento che misura la posizione dei corpi celesti nello spazio. La geniale abitazione permette di garantire la migliore illuminazione in ogni stagione e tutto l'anno grazie alla rotazione automatica della sua struttura.

La Quadrant House sorge in un sobborgo residenziale della Polonia. Il progetto dello studio di architettura KWK Promes di Robert Konieczny prevede due volumi sovrapposti che formano tra di loro un angolo retto. La casa sorge su un lotto regolare e ha permesso la realizzazione di un blocco a due piani, perpendicolare alla strada, con le funzioni primarie dell'abitazione e un secondo blocco con il soggiorno e una zona benessere. Grazie all'uso di apposite cerniere e binari, il blocco inferiore ad un livello è in grado di ruotare di 180° per seguire il movimento del Sole ed avere sempre la migliore esposizione.

Il sistema di rotazione della Quadrant House è automatizzato ma può essere anche manuale. La casa si muove in base alla posizione del sole per garantire illuminazione e ventilazione agli abitanti della casa tutto il giorno e in ogni stagione. Il volume parallelo alla strada in grado di ruotare crea all'interno un giardino appartato. Il salotto è caratterizzato da grandi vetrate schermate che grazie alla rotazione del sistema risulta avere sempre la luce naturale ottimale. La Quadrant House è una risposta alle esigenze dei proprietari che desideravano una casa luminosa e rilassante. Il progetto segue anche le normative locali in materia di edilizia che hanno vincolato la forma del tetto a spiovente che caratterizza il volume a due livelli che ben si integra nel contesto residenziale circostante.

Quadrant House. Foto di di Jaroslaw Syrek
in foto: Quadrant House. Foto di di Jaroslaw Syrek