C'è qualcosa di particolarmente attraente e inquietante nelle opere dell'artista Thai Uttaporn Nimmalaikaew che dipingendo diversi strati di retecrea immagini che sembrano variare o addirittura scomparire a seconda della posizione dello spettatore. L'artista 33enne, vincitore del prestigioso Sovereign Asian Art Prize nel 2006, ha scoperto la sua tecnica per caso nel 2001, quando, durante gli studi presso Silapakorn University di Bangkok, ha notato un po' di vernice sulla sua zanzariera e ha iniziato a vedere le possibilità di questo materiale. L'arte del tulle delle zanzariere è simile alla pittura su tela. Nimmalaikaew presto si rese conto che avrebbe potuto creare l'impressione di profondità, il volume mediante la combinazione di più livelli e ha iniziato a sperimentare per vedere fino a dove si poteva spingere con questo materiale mai usato prima in questo modo.

Da una comune zanzariera Uttaporn Nimmalaikaew riesce a realizzare un'opera d'arte commovente e inquietante: "Si parte da un disegno digitale di linee intrecciate su una forma umana", spiega Nimmalaikaew, "Il disegno digitale viene poi stampato a grandezza naturale per impostare la forma base e la consistenza. I differenti livelli sono verniciati con colore ad olio. Col passare del tempo, ho imparato che il tulle richiede un modo diverso di creare una luce realistica e le ombre per il materiale. Lo strato superiore fornisce i dettagli per l'illusione ottica. Poi mi collego ogni strato con la linea di copolimero chiara per rendere il tutto tridimensionale e creare profondità dell'immagine". L'arte di Uttaporn Nimmalaikaew è visibile fino al 6 aprile 2016 presso la mostra "Dukkha: L'immagine della Sofferenza" alla Yavuz Fine Art di Singapore, "una mostra che mostra come è la vita".