Dalla gigantesca cupola al palcoscenico a forma di carattere cinese "品", il Linxia Grand Theatre in Cina è destinato a stupire per la sua architettura mediorientale e la chiara estetica cinese che convivono in un unico edificio. Ispirato alla Grande Moschea dell'Oman, il teatro progettato dallo studio di architettura DUTS Design, a differenza dell'iconica architettura religiosa, è pensato per essere un luogo pubblico dedicato all'intrattenimento che aggiunge una nuova icona allo skyline di Linxia, in Cina.

La "Cupola del Fiore" del Linxia Grand Theatre celebra l'architettura mediorientale in Cina e allo stesso tempo crea un edificio contemporaneo che dialoga con il contesto in cui è inserito. Una delle maggiori sfide per DUTS Design è stata quella di rapportarti alla scala del progetto completamente diversa dalla scala di una moschea, nonostante l'edificio si ispiri alla Grande Moschea dell'Oman: il Linxia Grand Theatre è alto 45 metri e copre un'area di quasi 17.000 metri quadrati. Oltre al salto di scala, le moschee sono progettate come architetture per il culto e la preghiera, e dunque con spazi più protetti e riservati, mentre il teatro ha richiesto maggiore trasparenza per valorizzare gli eventi pubblici previsti all'interno della struttura: "In questo progetto, il design architettonico si ispira al "Nastro" della Via della Seta.", spiega lo studio di architettura DUTS Design, "Su una forma architettonica semplice e quadrata, l'ampia area del "nastro" è divisa per formare una forma asimmetrica liscia e dinamica e creare uno spazio interno unico. L'edificio in generale è molto iconico. Il disegno e il trattamento del "nastro" simboleggia che l'acqua proviene dalla montagna ed entra lentamente nel mare. Allo stesso tempo, simboleggia anche che il progetto non solo ha funzioni pratiche, ma rafforza anche gli scambi culturali in tutta la regione e realizza la prosperità comune della società".

Il design della forma dell'edificio si adatta all'essenza della parola "introduzione" in caratteri cinesi ("品"), il che rende l'intero edificio un'icona dell'estetica cinese e della contemporaneità. Il progetto è pensato per avere un ruolo sostenibile in rapporto caratteristiche climatiche locali: "Le pareti in pietra chiara di ampia superficie e la quantità adeguata di facciate continue in vetro mostrano le caratteristiche architettoniche locali in modo conciso e intuitivo, ottenendo semplicità e armonia di colori.", continuano gli architetti, "Il pilastro della facciata adotta una forma ad angolo di 45 °, ed è delimitato da una facciata continua  a nastro", che è inclinata rispettivamente in due direzioni, in modo che l'edificio abbia diversi cambiamenti visivi a diverse angolazioni".