Vista da lontano l'opera d'arte di Ray Bartkus potrebbe sembra un comune murale di street art sulla facciata di un edificio. E sempre più spesso tali gigantesche opere vengono accettate dalla comunità come tentativi di abbellire zone degradate delle città. Ma l'opera di Ray Bartkus è diversa, ha qualcosa che la distingue da tutte le altre opere di street art e non si tratta del soggetto ritratto né della tecnica adoperata bensì il fatto che il murale risulta completamente capovolto: l'immagine è visibile chiaramente solo se riflessa in una superficie d'acqua.

Improvvisamente, nuotatori, cigni e canottieri sembrano essere sospesi sulle acque del fiume Šešupė, in Lituania. Non è una magia ma l'incredibile opera di street art di Ray Bartkus che ha creato un murale visibile allo specchio, cioè solo se riflesso in uno specchio, in questo casa d'acqua. E guardando meglio c'è anche una gamba che sembra essersi appena tuffata mentre le onde dell'acqua del fiume danno la sensazione di movimento dell'intera composizione, come se cigni, nuotatori e canottieri fossero animati. Ovviamente tutta l'opera, realizzata in realtà su superfici differenti poste a distanza le une dalle altre, ha richiesto un grande studio preparatorio e di prospettiva da parte dell'artista che, possiamo dire, è riuscito perfettamente nell'impresa.

Realizzato su un edificio che si affaccia sul fiume Šešupė, il murale capovolto può essere di difficile visibilità. Ma guardando le acque del fiume è possibile notare che tutte le immagini risultano di facile comprensione proprio perché l'opera è stata realizzata dall'artista a testa in giù per essere riflessa. Ray Bartkus ha utilizzato l'acqua come specchio per il suo murale. Le immagini raffigurate sono tutte figure legate al fiume come canoisti, tuffatori, imbarcazioni e conchiglie. Quando ci si accorge della magia dell'opera, il murale è mozzafiato.