Nelle città contemporanea sembra che gli spazi pubblici non siano mai abbastanza. La qualità della vita in una città si giudica spesso e volentieri dal numero di parchi, aree attrezzate, panchine e luoghi dove potersi godere il tempo libero. Così ogni due anni  Centro di Cultura Contemporanea di Barcellona (CCCB) indice un concorso europeo per stabilire quelli che sono i migliori spazi pubblici delle nostre città. Il Premio Europeo per gli Spazi Pubblici Urbani 2016 ha appunto lo scopo di valutare, dal 2000, tutti quegli interventi che recuperano o migliorano la qualità democratica degli spazi urbani.

Dalla Spagna alla Francia passando per la Svizzera ed il Belgio, sono 25 i progetti che sono stati selezionati in rappresentanza di 33 paesi. Il Premio Europeo per gli Spazi Pubblici Urbani 2016 promuove il carattere pubblico degli spazi fondamentale per creare una coesione sociale tra gli abitanti. In una città contemporanea avere a disposizioni spazi pubblici che diventano inevitabilmente tempi pubblici è fondamentale. Aspetti relazionali e civili si manifestano all'interno di uno spazio pubblico che diventa un luogo fondamentale per il benessere sociale.

La segregazione, le disuguaglianze, la costruzione urbana incontrollata, lo spreco insostenibile e le gravi carenze nel rendere effettivo il diritto alla città sono problemi che diventano palesemente manifesti negli spazi pubblici.

Più che l'estetica e la suggestione dello spazio pubblico, viene dunque valutato l'aspetto sociale del luogo. Il Premio Europeo per gli Spazi Pubblici Urbani  rende omaggio infatti sia agli architetti ma anche alle amministrazioni che si sono impegnate a rendere un luogo pubblico un momento di coesione sociale o che hanno realizzato interventi che hanno migliorato la vita delle persone. L'Italia non compare affatto tra i 25 progetti premiati e questo è indicativo dell'importanza che il nostro paese dà agli spazi di socialità.

Il Premio si distingue per la sua vocazione chiaramente europea. Pur rispettando le particolarità locali, il Premio si preoccupa di rendere omaggio alle caratteristiche comuni di interventi urbanistici in tutto lo spazio geografico dell'Europa, e ad approvare e far conoscere una certa identità europea nel campo dell'architettura.