La montagna Skuta, situata nelle Alpi di Kamnik, è la terza vetta più alta della catena di montagne della Slovenia. Raggiungere la sua sommità per gli appassionati escursionisti o per gli alpinisti è un'avventura estrema. Le condizioni climatiche su grandi vette rappresentano sempre una sfida difficile non solo per gli sportivi ma anche per architetti, ingegneri e designer perché bisogna tenere in considerazione gli eventi meteorologici intensi, i radicali cambiamenti di temperatura e i terreni accidentati. Una sfida estrema è stata realizzare un rifugio proprio sulla vetta della montagna Skuta. Qui Rok Oman e Spela Videcnik di OFIS, con un gruppo di studenti del laboratorio di progettazione architettonica presso la Harvard Graduate School of Design, hanno realizzato un rifugio alpino come un guscio di vetro che protegge da ogni condizione atmosferica.

Un rifugio di montagna è sempre un progetto complesso, non solo in termini di progettazione ma anche di trasporto. Il rifugio assume la forma di tre moduli separati, suddiviso in singoli spazi: la prima serve come un ingresso e luogo per la preparazione del cibo; la seconda parte è la zona notte e di socializzazione; e la terza area comprende un sistema letto a castello, oltre a una splendida vista panoramica sulla catena montuosa e sulla valle. Installare il rifugio OFIS sullo Skuta ha richiesto una particolare attrezzatura: ogni modulo è stato trasportato con appositi aerei e fissati con fondazioni speciali. Ispirato all’architettura vernacolare della Slovenia, questo rifugio di montagna offre agli otto alpinisti che può ospitare un'esperienza di riparo sicura ed emozionante.