Le vacanze sono ormai vicine e la voglia di novità e di cambiamento colpisce un po' tutti. C'è chi decide di cambiare aria e fare un viaggio lontano; chi cambia look in vista dell'estate; e chi decide di rinnovare un po' casa. Luglio è appunto il mese migliore per eseguire certi lavoretti di casa perché al lavoro i ritmi si sono rilassati, la mole di fatica diminuisce ed è quindi più facile dedicarsi alle questioni domestiche. Anche il clima caldo gioca a favore perché consente di velocizzare alcuni lavori ed evita la dispersione di energia e calore dei mesi invernali. Così gli esperti di Habitissimo hanno raccolto una lista di lavori che si consiglia di fare a luglio:

1. Imbiancare casa

Il periodo migliore per ridipingere casa è sempre quello che va dalla fine della primavera alla fine dell'estate. Durante i mesi più caldi, oltre alla voglia di novità e al maggior tempo a disposizione, le giornate si allungano e diventano più calde permettendo alle mura di asciugarsi più rapidamente. In estate le ore di luce maggiore danno l'impressione di avere più tempo a disposizione e dunque di poter svolgere alcuni lavori in casa come imbiancare. Con il caldo si possono lasciare le finestre aperte in modo da far arieggiare meglio la casa, senza rischiare di disperdere energia e calore come avviene d'inverno. Inoltre l'odore della pittura in questo modo andrà via prima. Bisogna solo fare attenzione a non scegliere giorni particolarmente umidi per evitare che le pareti non si asciughino nel modo più corretto. Per quanto riguarda invece i prodotti da usare è preferibile la tempera e l'idropittura, che sono lavabili ed ecologiche, nelle stanze, ad eccezione di bagno e cucina.

2. Rinnovare il bagno

Fare lavori in bagno, specialmente se è l'unico della casa, non è mai un'operazione facile e indolore. D'estate, però, eventuali disservizi come la momentanea mancanza di acqua calda, possono essere facilmente sopportati proprio per le alte temperature della giornata. Inoltre nei mesi più caldi si tende anche ad uscire di più e a godere degli spazi all'aria aperta per cui si può affrontare con maggiore pazienza una temporanea mancanza del bagno di casa. Inoltre a luglio può capitare di fare qualche weekend fuori porta o un piccolo viaggio e di non dover necessariamente aver bisogno del bagno che nel frattempo può concedersi un atteso restyling.

3. Cambiare la caldaia

Che si tratti di cambio, manutenzione oppure di ordinaria revisione, luglio è sicuramente il mese migliore per intervenire sulla caldaia. Quando fuori fa caldo o si è pronti per partire, fare una doccia fredda può essere un problema marginale; protrarre i lavori alla caldaia nei mesi di autunno e d'inverno può creare non pochi fastidi. In genere gli interventi alla caldaia non richiedono molto tempo e poiché in molti si riducono in inverno a chiamare un tecnico, la disponibilità nei mesi estivi è anche maggiore. In questo modo non ci si farà trovare impreparati per i mesi invernali e se è arrivato il momento di cambiare caldaia, si può approfittare del maggior tempo libero per cercare il modello adatto alle proprie esigenze.

4. Sistemare il giardino

Chi ha un giardino o una terrazza generalmente a luglio dovrebbe già aver provveduto a sistemare lo spazio esterno per godersi dell'aria aperta nei mesi più caldi. Ma per i più ritardatari iniziare a luglio non è per forza sbagliato perché le giornate sono più lunghe e si può intervenire per un tempo maggiore sugli spazi verdi. Quando si tratta di lavori di giardinaggio vero e proprio bisogna ricordare che ne mesi più caldi si deve innaffiare spesso e nelle ore più fresche, come la mattina presto o verso sera. Le piante vanno potate e vanno rimossi foglie e fiori secchi. Per quanto riguarda i lavori in muratura come barbecue, portici, e piscine meglio controllare la normativa vigente per manutenzioni straordinarie, mentre per interventi temporanei, come l'installazione di un gazebo o delle tende da sole, si può procedere senza richiedere permessi per godere a pieno del proprio prolungamento di casa verso l'esterno.

5. Cambiare gli infissi e i serramenti

Come per imbiancare casa, anche per la sostituzione degli infissi e serramenti luglio si rivela il mese migliore. È ormai risaputo che avere degli ottimi infissi è necessario ad evitare la dispersione del calore di casa. Sono infatti diversi gli ecoincentivi promossi dall'Unione Europea e in Italia per gli interventi volti a rendere la casa ad impatto zero sull'ambiente e la sostituzione degli infissi rientra in quegli interventi di riqualificazione ambientale degli immobili. Il ruolo degli infissi nel consumo energetico di un'abitazione è davvero decisivo, perché determina la dispersione del calore e di conseguenza i costi di climatizzazione dell'ambiente. A Luglio non è necessario trattenere il calore in casa e si può dunque intervenire facilmente sugli infissi e i serramenti. Per quanto riguarda inoltre i serramenti in alluminio, installarli durante il periodo estivo è un obbligo proprio per evitare le variazioni del materiale dovute ai cambiamenti climatici: con il caldo il materiale si dilata e se l'intervento viene eseguito d'inverno si può rischiare di andare incontro a danni alla struttura con i primi caldi. Per questo è sempre meglio attivarsi per procedere in estate.