Su tutti i migliori schermi IMAX in America per una settimana sarà proiettato il nuovo art film di Kanye West, "Jesus is King", che lancia il nuovo album omonimo dell'artista presto in uscita. Il film di Kanye West è la storia del gruppo gospel-rap di West, i Sunday Service, ed è stato girato in una location unica al mondo. Si tratta del Roden Crater nella regione del Painted Desert nell'Arizona settentrionale, l'opera più ambiziosa di James Turrell che dagli anni Settanta sta costruendo una monumentale struttura all'interno di un cono di cemento vulcanico. L'opera d'arte verrà completata nel 2024 ma è possibile godere di un assaggio dell'incredibile installazione attraverso il nuovo film "Jesus is King" di Kanye West.

Roden Crater è considerata la summa del lavoro di James Turrell. La monumentale installazione è situata nella regione del Painted Desert dell'Arizona settentrionale ed è un'opera d'arte su larga scala senza precedenti creata all'interno di un cono di cemento vulcanico realizzato dall'artista della luce e dello spazio James Turrell. Roden Crater è una struttura progettata appositamente per l'esperienza e la contemplazione della luce, tema da sempre caro alla ricerca di Turrell. L'incredibile opera, usata come location per il nuovo art film di Kanye West, "Jesus is King", verrà completata nel 2024. Roden Crater si inserisce nel filone dell'arte paesaggistica americana a cui Turrell sta lavorando dagli anni Settanta.All'esterno l'opera monumentale non interferisce affatto col contesto, anzi lo esalta. All'interno invece la sabbia rossa del deserto lascia il posto ad ambienti appositamente ingegnerizzati per permettere ai visitatori di godere dei cicli del tempo geologico e celeste.

James Turrell ha acquisito il cratere nel 1977 che si presentava come un cono di cenere dormiente. Su questo sito l'artista della luce è intervenuto costruendo tunnel e aperture ipogee da cui poter ammirare la volta celeste e la luce naturale del sole di giorno e dei pianeti e delle stelle di notte. Roden Crater è un monumento alla land art, oltre a rappresentare l'opera più ambiziosa del lavoro di Turrell. La struttura è progettata per integrarsi con il paesaggio e a durare nei secoli. "Il cratere Roden è una porta verso la contemplazione della luce, del tempo e del paesaggio.", spiega l'artista. Attualmente l'installazione è chiusa al pubblico perché è in fase di realizzazione. Una volta completata, il cratere sarà caratterizzato da 21 spazi di visualizzazione e sei tunnel. James Turrell ha dichiarato: "Costruito per durare nei secoli a venire, il cratere Roden collega il fisico e l'effimero, l'obiettivo con il soggettivo, in un'esperienza sensoriale trasformativa".