Dagli Stati Uniti all'Italia, l'estinzione delle api è un problema che interessa il mondo intero e che potrebbe causare l'estinzione dell'uomo sulla Terra. Già nel 2014 Michelle Obama aveva sollevato il problema istituendo l'unità Pollinator Health alla casa Bianca per combattere la morìa negli alveari. Le api sono infatti un architrave dell'ecosistema planetario. Così a Roma arriva il primo Beehotel per api solitarie, quelle destinate a un'importante funzione di impollinazione.

Il primo BeeHotel di Roma si trova nell'Oasi LIPU di Castel di Guido. Il progetto per il primo albergo per api solitarie è dell'associazione Buono, con un'iniziativa che è parte del programma di Eureka! – Roma 2018, promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e in collaborazione con Siae. L'obiettivo del progetto è quello di garantire alle api solitarie, che svolgono un'importante funzione di impollinazione, luoghi adatti per evitarne la moria. Le api infatti ricoprono un ruolo fondamentale nell'ecosistema. Si attribuisce ad Alber Einstein l'affermazione: "Se l'ape scomparisse dalla faccia della terra, l'umanità non sopravviverebbe più di quattro anni. Niente più api, niente più impollinazione…niente più uomini!".

I Beehotel sono costruzioni in legno, in genere esagonali o piramidali, caratterizzate all'interno da cannucce di carta, pezzetti di legno e di lana, che le api utilizzano per creare dei propri rifugi. Gli alberghi per api solitarie possono essere inseriti in qualsiasi ambiente all'aria aperta, dai parchi ai balconi, in modo da creare rifugi per insetti che in città a causa di varie sostanze nocive ed inquinanti, hanno difficoltà a trovare luoghi adatti all'impollinazione. L'obiettivo del primo BeeHotel di Roma è quello di fare da modello per altri BeeHotel in balconi, giardini e scuole di tutta la città dove dare rifugio alle infaticabili api solitarie, così importanti per il nostro Pianeta.

Le api solitarie sono diverse dalle api da miele. Seppur meno note delle dolci sorelle, le api solitarie rappresentano la grande maggioranza delle oltre 20.000 specie di api che esistono al mondo. Questa specie non vive in colonie, pungono raramente e hanno poco veleno proprio perché non devono proteggere il miele. Il ruolo delle api solitarie è proprio quello di impollinare ed è grazie a loro che le città e la terra si mantiene verde. Il 20 maggio 2018 si è celebrato il primo World Bee Day, istituito pochi mesi fa dalle Nazioni Unite per ricordare a tutti l'importanza delle api per l'intera umanità; e in tale occasione sono stati invitati tutti a conoscere il primo BeeHotel di Roma. I BeeHotel possono sorgere ovunque e l'biettivo dell'Oasi LIPU di Castel di Guido è quello non solo di creare un rifugio per api solitarie ma educare e sensibilizzare le persone sul loro ruolo e importanza per la biodiversità e l'ambiente. "Il progetto di costruzione degli alberghi per api solitarie ha un duplice fine," spiega Carlo Taccari, referente dell'associazione Buono, "da un lato desideriamo offrire un rifugio a un animale straordinario, grazie al quale la città continua a esser verde, dall'altro ci prefiggiamo lo scopo di educare la cittadinanza alla sensibilità nei confronti della biodiversità".