"Se si può mettere il cibo gourmet su ruote per portarlo ovunque, perché non docce e servizi igienici?" si è domandato un giorno Doniece Sandoval per la sua organizzazione senza scopo di lucro, Lava Mae. É nato così il primo shower-bus (doccia-bus) al mondo per i senzatetto. Lava Mae è l'associazione no profit che ha convertito una serie di vecchi autobus di San Francisco in buc con docce accessibili che possono essere portati a persone senza fissa dimora in città.

Gli organizzatori del progetto Lava Mae vedono nelle docce un modo per fornire una certa dignità e igiene di base per le persone senza fissa dimora, ma credono anche che i doccia-bus permetteranno loro di stabilire un rapporto continuo con i bisognosi, aiutandoli a trovare modi per migliorare la loro condizione di senzatetto. L'organizzazione no-profit ha raggiunto la cifra $ 58,000 attraverso le donazioni, e il suo primo autobus è un prototipo. Stanno lavorando con gruppi di comunità in 25 città di tutto il mondo, che hanno manifestato interesse a utilizzare le lezioni del programma pilota per i propri programmi locali.

San Francisco ha combattuto una battaglia persa con i senzatetto per decenni. I funzionari della città ammettono che hanno fatto pochi progressi nel corso degli anni, nonostante la spesa enorme, pari a 34 dollari a persona senza fissa dimora al giorno. I fondatori di Lava Mae, che hanno lanciato il progetto di doccia-bus la scorsa settimana, mirano a fornire sollievo e dignità ai senza tetto con semplici docce installate all'interno di autobus municipali in disuso convertiti. L'architetto Brett Terpeluk di Lava Mae e il suo team messo a punto un piano in cui gli autobus collegano alla città idranti per l'acqua. Ogni bus è dotato di un serbatoio di acqua calda da 50 galloni che utilizza propano. Le docce a bordo sono controllati digitalmente e la fornitura di acqua calda e fredda. "Lava Mae non pone fine alla condizione di senza fissa dimora", dice Sandoval. "Quello che stiamo offrendo è l'igiene, perché crediamo che l'igiene porta la dignità, e la dignità apre opportunità".