"Mai di tendenza, ma sempre nella giusta direzione!", così si presenta lo street artist Scaf sul suo profilo Instagram, dove è conosciuto come scaf-oner. L'artista francese crea realistici e dettagliati mondo paralleli con la sua street art. Dinosauri e serpenti, teschi e ossa, robot e altre soggetti spaventosi, sembrano emergere dalle pareti nei graffiti dello street artist Scaf. Le sue opere sono realizzate sempre sulle pareti degradate di edifici abbandonati a cui dona nuova vita.

Con uno stile sempre dettagliato e realistico, Scaf descrive tutti i tipi di animali dai dinosauri ai serpenti, ma anche teschi, ossa, robot e altre soggetti impressionanti. Dettagli, ombre, luci, brillantezza e realismo sono i caratteri principali dello stile dello street artist francese che con i suoi lavori recupera vecchi edifici abbandonati: "Adoro dipingere in tutti questi luoghi abbandonati. Soprattutto, mi piacciono le case abbandonate, i manieri, i castelli e le fabbriche". I suoi graffiti valorizzano dei luoghi altrimenti dimenticati con opere che sembrano reali e creano effetti illusori spettacolari.

Scaf non ha frequentato nessuna scuola d'arte, il suo stile è maturato in strada, osservando gli altri e sperimentando un proprio linguaggio nel tempo: "Non ho studiato arte. Ho iniziato 18 anni fa in fabbriche abbandonate e in strada. Era un compagno di scuola che mi ha trasmesso questa passione", racconta lo street artist francese. I suoi soggetti sembrano aimati e danno l'impressione di essere vivi. Grazie ad un abile tecnica di illusione tridimensionale, i graffiti di Scaf risultano animati e sembrano interagire con l'artista o i passanti. Durante il lockdown da Coronavirus, l'artista francese ha continuato a lavorare in spazi abbandonati e ora finalmente possiamo ammirare la sua arte in giro per il mondo.