25 Maggio 2021
13:07

Se la Biennale di Architettura 2021 diventa motivo di riscatto sociale

L’apertura della Biennale di Architettura di Venezia 2021 segna un momento storico perché è una delle prime mostre d’arte internazionali ad aver aperto nel 2021 ma anche perché offre risposte alla domanda su come le persone allestiranno mostre e si riuniranno per l’arte in un mondo che è ancora alle prese con la pandemia. Il Padiglione delle Filippine esplora il modo in cui i principi del supporto reciproco plasmano l’architettura coinvolgendo direttamente le persone a partecipare all’Arte.
A cura di Clara Salzano

L'apertura della Biennale di Architettura di Venezia 2021 segna un momento storico perché è una delle prime mostre d'arte internazionali ad aver aperto nel 2021 ma anche perché offre risposte alla domanda su come le persone allestiranno mostre e si riuniranno per l'arte in un mondo che è ancora alle prese con la pandemia. La mostra del padiglione filippino Structures of Mutual Support, curata da Framework Collaborative, esplora il modo in cui i principi del supporto reciproco plasmano l'architettura coinvolgendo direttamente le persone nella determinazione dei valori rappresentati dalla Biennale di Venezia.

Il Padiglione delle Filippine alla 17.Mostra Internazionale di Architettura – La Biennale di Venezia è una biblioteca comunitaria e uno spazio per la risoluzione dei conflitti. Le Filippine hanno preso parte alla Biennale di Architettura 2021 con la mostra del padiglione "Structures of Mutual Support" che ha aperto il 20 maggio 2021. La mostra è curata da Framework Collaborative composta dagli architetti Sudarshan Khadka, Jr. e Alexander Eriksson Furunes insieme ai membri della Gawad Kalinga Enchanted Farm Community ad Angat, Bulacan. Il Padiglione delle Filippine alla Biennale di Architettura di Venezia 2020 ripensa il ruolo dell'architetto con strutture di mutuo sostegno. La biblioteca è stata pianificata, progettata e costruita attraverso un processo di Bayanihan, il concetto filippino di sostegno reciproco. Come una tradizione che precede l'economia di mercato, la sostenibilità sociale e ambientale determina il modo in cui vengono prese le decisioni, le risorse utilizzate, il processo di costruzione, manutenzione e funzionamento. In quanto tale, offre un diverso insieme di valori che possono dare forma al nostro ambiente costruito

La biblioteca realizzata nel Padiglione delle Filippine alla 17.Mostra Internazionale di Architettura è un simbolo di riscatto sociale per le Filippine a Venezia. Alla base della realizzazione del padiglione c'è il sostegno reciproco, un metodo di auto-organizzazione e collaborazione tra le comunità per sviluppare la capacità di resilienza e sostenersi a vicenda nelle avversità o nelle crisi, quali i cambiamenti stagionali, i disastri naturali, e i conflitti armati. Esiste in molte forme in tutto il mondo e i suoi principi sono radicati nell’empatia, nella cura e nella reciprocità. Il dugnad norvegese, il mutirão brasiliano e il bayanihan filippino sono espressioni specifiche di questi sistemi di sostegno reciproco. Structures of Mutual Support esplora il concetto filippino di bayanihan come principio che consente ai membri delle comunità di prosperare e vivere insieme. La mostra critica i modi di produzione architettonici sottolineando la necessità di un senso di proprietà condiviso e un più forte senso di appartenenza. Il lavoro collettivo e il sostegno reciproco sono proposti come metodi alternativi di costruzione che sfidano i discorsi dominanti che modellano la pratica architettonica.

Perché La Biennale Architettura 2021 può aprire al pubblico il 22 maggio 2021
Perché La Biennale Architettura 2021 può aprire al pubblico il 22 maggio 2021
Cosa vedere alla Biennale di Architettura 2021: 5 opere da non perdere assolutamente
Cosa vedere alla Biennale di Architettura 2021: 5 opere da non perdere assolutamente
Il Padiglione danese è il più bello della Biennale di Architettura 2021 a Venezia
Il Padiglione danese è il più bello della Biennale di Architettura 2021 a Venezia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni