Svegliarsi col sole che entra attraverso le finestre, fare colazione guardando verso un orizzonte incontrastato, su una scogliera a picco tra le montagne, può essere la casa dei sogni di chi desidera vivere a stretto contatto con la natura senza interferenze alcune. Ma il progetto di Andrii Rozhko di sicuro non è adatto a chi soffre di vertigini. Destinata ad ospitare un hotel, questa costruzione è come un diamante incastonato nelle roccia delle Alpi. La sua forma si ispira proprio alla tipografia alpina e non si era mai visto nulla del genere nel panorama di montagna.

Progettato per riprendere la linea delle montagne, l'hotel di Andrii Rozhko si sviluppa su vari livelli collegati da un ascensore. L'eliporto posto in cima alla roccia suggerisce il mondo in cui gli ospiti possono raggiungere l'albergo e rende la struttura simile ad una vera e propria tana di James Bond. All'interno del progetto dalla forma audace, che si ispira alla topografia delle Alpi, trovano spazio varie suite e spazi comuni. L'albergo presenta una struttura incastonata nella roccia che si rivela una reale sfida di ingegneria.

Con questa forma frastagliata, proprio come le punte di una roccia, l'hotel quasi si mimetizza con il paesaggio circostante. Come una grotta in una montagna, l'hotel per Andrii Rozhko dovrebbe essere costruito in una crepa di una montagna, proprio per essere il meno invasivo possibile nel paesaggio. "Ho deciso di usare pareti semplici e creare una facciata con la stessa forma delle montagne, divise da triangoli e con diverse altezze", spiega l'architetto con sede a Dubai. La struttura ideata, ancora solo in fase di progetto, unisce una moderna estetica minimalista in ambienti naturali. Alloggiare in un hotel del genere, probabilmente raggiungibile solo tramite eliporto, di sicuro non è un'esperienza per i deboli di cuore, ma per chi ha voglia di vivere la vita con adrenalina è il luogo ideale in cui trascorrere le proprie vacanze.