Dimenticate le vecchie pensiline, fatiscenti e puzzolenti, a Singapore arriva il meglio delle fermate degli autobus: si tratta di una struttura progettata da DP Architects che rende l'attesa dei mezzi pubblici un momento davvero piacevole. Non ci si tratta solo di un riparo da sole o pioggia con qualche panchina su cui sedersi, la fermata d'autobus di Jurong, a sud-ovest di Singapore, è progettata con un giardino pensile, una libreria pubblica, una serie di altalene e anche opere d'arte in mostra. C'è anche un parcheggio per biciclette, per chi sceglie la mobilità sostenibile, e dei caricatori del telefono.

Una fermata degli autobus così piacevole non si era mai vista. Le opere d'arte messe in mostra sono fornite dall'illustratore locale Lee Xin Li. Oltre ai disegni ed ai libri a disposizione dei visitatori, la fermata di Jurong fornisce un codice QR pubblico che permette di scaricare e-book dalla Biblioteca Nazionale, o controllare gli schermi digitali che mostrano i tempi di arrivo, le mappe, il meteo, le notizie e gli eventi locali. L'elettricità della fermata viene fornita grazie ad una serie di pannelli solari che producono energia e mantengono attiva la tecnologia della pensilina. "Speriamo che la comunità apprezzino queste fermate degli autobus come un'estensione dei loro ambienti sociali, come siti di possibilità, divertimento e arricchimento," ha detto in un comunicato stampa il direttore di DP Architects, Seah Chee Huang, "Ci auguriamo che anche questo progetto incoraggerà più colleghi professionisti a farsi avanti e collaborare attivamente nella progettazione dei nostri spazi pubblici di tutti i giorni, così come ispirare la comunità a prendere un maggiore coinvolgimento nella costruzione del loro ambiente".

Non solo panchine ma anche altalene presso la fermata di Jurong, che è la sola a Singapore del genere. Gli utenti hanno dimostrato di apprezzare molto quella che è stata definita la migliore fermata di autobus del mondo, da settembre 2016 quando è stata installata. Nel 2017 il governo deciderà se diffondere le caratteristiche della fermata anche ad altri punti della città-isola. Si è infatti notato che ciò che le persone odiano di più nell'uso dei mezzi pubblici, soprattutto autobus e metropolitane, è l'attesa. Per rendere più piacevoli questi tempi morti i ricercatori della University of California, Berkeley, hanno trovato alcuni modi originali per ingannare l'attesa: in alcune fermate della metropolitana di New York, per esempio, è stato inserito il conto alla rovescia per conoscere l'arrivo del prossimo treno. Ma sicuramente la presenza di altalene e di libri rende l'esperienza d'attesa indimenticabile.