Frutta, uova e verdura hanno una vita segreta dedicata allo sport, lo avreste mai immaginato? Vere e proprie acrobazie su mini skateboard si verificano nelle nostre cucine e i protagonisti sono banane impavide e pomodori coraggiosi. Qualcuno riesce nella temeraria impresa, qualcuno altro non ce la fa, ma in ogni caso hanno dato vita ad un vero spettacolo. Sembra essere questa la vera vocazione dei prodotti alimentari fotografati da Benoit Jammes che ha immaginato frutta e verdura alle prese con i pattini. La cucina diventa un improbabile skate park nel lavoro "Skitchen" del giovane fotografo parigino.

Appassionato di pattinaggio, snowboard, o qualsiasi tipo di sport folle, Benoit Jammes sin da piccolo amava stare sui suoi pattini. Da grande questa sua passione è diventata un'opera d'arte e il suo lavoro, ma a pattinare non è più lui bensì un gruppo di prodotti alimentari amanti dello sport. Quello che accade in cucina quando si accendono i riflettori ha dello straordinario: banane che impennano su mattarelli, kiwi che provano salti dal lavandino, uova che costeggiano il bordo pentola, peperoni sull'orlo del precipizio, cipolle temerarie sul filo di uno spaghetto, patate pronte al sacrificio, arance in equilibrio, limoni da vere acrobazie e pomodori un po' più sfortunati nell'impresa. Oggi Jammes preferisce una grande cena ad una lunga sessione di sport ma "chi ha detto che non bisogna giocare con il cibo?". Skitchen è la risposta. E qui riportiamo una simpatica auto-intervista (sulla falsa riga della regola delle 5 W) del giovane fotografo parigino:

Dove? Più o meno a Parigi

Quante? 34 stampe

Cosa? Progettazione, pittura, fotografia, disegno

Perché? Perché fare delle cose con le mani per gli occhi è geniale.

Come? Con la voglia e un po' di caffè

E dopo? Andare avanti, ma farlo meglio