Capita a chiunque di desiderare staccare con la routine quotidiana, semmai ritirandosi lontano dalla città, in una zona tranquilla a contatto con la natura. É quello che un giorno è successo a Mr. Russell, un uomo d'affari londinese, che ha deciso fosse arrivato il momento di prendere casa in campagna con la moglie. Ma Ross Russell voleva di più: avere una casa che fosse a stretto contatto con la natura, che gli facesse ammirare lo spettacolo del paesaggio, lui che per troppo tempo era stato abituato ai grattacieli della City di Londra. A prima vista, la casa progettata per lui dallo studio dRMM a Suffolk sembra un tradizionale granaio inglese, ma quello che riesce a fare questa abitazione ha davvero dell'incredibile.

Immaginate di premere un pulsante in casa e potervi tele-trasportare da un'altra parte, è questa la sensazione che si prova all'interno della Sliding House: all'esterno una normale casa di campagna ma in soli sei secondi l'abitazione si trasforma completamaente. Dotata di una copertura in legno scorrevole, la casa cambia in base alle ore della giornata e delle stagioni. Pur rispettando le severe linee-guida progettuali riguardo limitazioni di altezza (7.2 metri), larghezza (5.8 metri) e stile (quello della tradizionale architettura agricola locale), gli architetti di dRMM sono riusciti a creare una casa davvero innovativa. Nessuna novità nella forma, la Sliding House sembra proprio una tradizionale fattoria con tetto a falde ma ben presto mostra il suo "animo" tecnologico e versatile: l'involucro della casa, fissato al terreno da delle rotaie ipogee, grazie a quattro motori elettrici nascosti, scorre per una lunghezza complessiva di 28 metri trasformando la percezione totale della casa.

La residenza si compone di tre volumi separati, realizzati in materiali differenti, che, in base allo scorrere dell'involucro esterno, trasformano di volta in volta la configurazione della casa, oltre che l’illuminazione e la percezione degli spazi interni. D'inverno l'involucro copre tutta la casa in modo da preservare la temperatura calda lasciando semmai a vista solo la parte vetrata corrispondente al salone, che funge da serra. D'estate invece l'involucro viene lasciato scorrere tutto in modo da avere la sensazione di stare all'aria aperta. Le aperture dell'involucro sono inoltre posizionate in modo da garantire sempre una via di uscita dall'abitazione, progettata in maniera modulare per espandersi in futuro in base alle esigenze della famiglia. "La Sliding House offre spazi radicalmente variabili, estensioni di riparo, luce solare e isolamento", spiega Alex de Rijke, Direttore dRMM, "Il cambiamento dinamico è un fenomeno fisico difficile da descrivere a parole o immagini. Si tratta della possibilità di variare o collegare la composizione della costruzione complessiva e il suo carattere in base alla stagione, al tempo, o al desiderio telecomandato di deliziare".