Una nuova proposta per ospitare i senzatetto è venuta da un paese improbabile: la Slovacchia dove il 12,8% della popolazione è a rischio povertà (695 mila persone). Un'agenzia di design slovacco DesignDevelop ha avviato un'iniziativa sociale denominata Gregory Project che cerca di convertire i cartelloni pubblicitari esistenti in bilocali per i senzatetto. Il fenomeno mondiale dei senzatetto è diventato una preoccupazione crescente nel corso degli ultimi due decenni. Trovare soluzioni è un compito complesso che prevede un coordinamento delle competenze nei settori socio-psicologico e amministrativo. La priorità principale del Progetto Gregory è quello di trovare alternative ottimali per le domande esistenziali di persone senza fissa dimora attraverso l'uso di cartelloni pubblicitari altrimenti inutilizzati.

I cartelloni in Slovacchia sono posizionati lungo le strade in modo da poter essere viste in entrambe le carreggiate creando così una particolare forma a "V". Il Progetto Gregory propone che lo spazio tra queste tavole possa essere trasformato in spazi pubblici per i senzatetto. Non solo l'iniziativa utilizza strutture già esistenti, ma il rifugio produrrebbe costi di manutenzione minimi, che potrebbero essere erogati attraverso il noleggio della facciata.

Lo spazio abitativo progettato dallo studio DesignDevelop misura poco più di 18 metri quadrati, ma contiene tutti gli elementi della vita urbana moderna. Le pareti sono rivestite in legno. Il letto è stato sapientemente collocata nella parte posteriore della proprietà ed è quindi nel punto più lontano dalla strada principale; è collocato inoltre su una piattaforma rialzata che consente di avere un sotto-letto salvaspazio. Luccicanti accessori bianchi e un pavimento bianco riflettono la luce. La doccia è incorporato in uno degli angoli. La forma triangolare di un cartellone risulta divisa in due ambienti. Il primo contiene un ingresso, cucina, ufficio, e la camera da letto sotto con ripostiglio. Il secondo è occupato da un bagno con lavabo che si trova sul guardaroba e un angolo doccia. La costruzione è risolta con travi in legno, base in cemento, pannelli OSB, scale in legno o in acciaio e due finestre.

Mentre il progetto Gregory si basa sulla griglia stradale della città di Banská Bystrica, Slovacchia, dove le reti idriche ed elettriche sono già connesse, i progettisti dicono di credere che il piano possa essere attuato ovunque con la ricerca adeguata. L'opera è destinata ad essere una iniziativa ‘open source', che favorisce le interazioni tra architetti, designer e artisti che possono venire con metodi di costruzione innovativi e le alternative di layout. piattaforma non-profit sarà disponibile per ogni città senza che l'autore rivendichi qualsiasi beneficio finanziario dal suo utilizzo. Quindi tutti i senzatetto in Slovacchia hanno già case triangolari? "Non ancora", dice Nedorolík, uno degli architetti di Design Develop, studio formato da tutti giovani laureati, "Stiamo aspettando di vedere se vi è interesse da parte degli investitori, perché la nostra società non ha i soldi per attuare il progetto", speriamo che lì fuori l'appello venga ascoltato.