Parigi è sicuramente una delle città più belle del mondo, antiche, movimentate, tra le più romantiche e culturalmente stimolanti, rispettose dell'ambiente e vivibili, ma a differenza di altre grandi metropoli, come Londra e New York, manca di un grande polmone verde cittadino. Non si può dire che a Parigi manchino zone verdi e parchi urbani, ma un'unica grande area verde omogenea è assente. Presto la città potrebbe però dotarsi di una nuova foresta suburbana come Central Park a New York ma ben cinque volte più grande.

La nuova zona verde sorgerà nella pianura di Pierrelaye-Bessancourt, nella periferia nord-orientale di Parigi. Tale area è attualmente un sito prevalentemente agricolo ma oggetto di numerose attività illegali, come lo scarico di rifiuti (solventi, barattoli di vernice, materiale da costruzione, rottami di auto), e l'occupazione di insediamenti illeciti o discariche abusive, che hanno causato l'inquinamento dei suoli esistenti, visivo e ambientale. Degradata e indebolita, la pianura di Pierrelaye-Bessancourt da quindi anni attende un intervento di rivalorizzazione del territorio. Il piano di SMAPP (Sindacato misto per lo sviluppo della Piana di Pierrelaye-Bessancourt) prevede la creazione di una nuova foresta di circa 1350 ettari.

Plain Pierrelaye Bessancourt
in foto: Plain Pierrelaye Bessancourt

Quasi un milione di alberi saranno piantati sulla pianura per creare la nuova foresta. Pierrelaye-Bessancourt è un luogo strategico per la biodiversità perché vicina a diversi nodi naturali come La Senna, l'Oise, le foreste di Saint-Germain-en-Laye, Montmorency e Isle Adam. La futura foresta offrirà strutture che facilitino la sua accessibilità e collegamenti con il territorio circostante creando continuità con i corridoi ecologici regionali. Sorgeranno 90 chilometri di sentieri per pedoni e ciclisti, otto porte d'ingresso principali, due passaggi di fauna sottomarina per la fauna selvatica di piccole e medie dimensioni. Il piano di SMAPP fornirà un grande polmone verde alla città e un nuovo ecosistema nella regione.

Il piano per trasformare la pianura di Pierrelaye-Bessancourt in una foresta non è nuovo: già da quindici anni si parla di questa idea ma solo di recente le istituzioni stanno pianificando la realizzazione del progetto. Il piano di SMAPP non sarà di facile realizzazione perché ancora vari ostacoli sono presenti sull'area come 1.500 rimorchi abusivi e 4.000 pacchi di terreni di proprietà privata di cui non si conosce ancora il proprietario. Diversi workshop e conferenze vengono organizzate sul tema ma ad oggi ancora non è possibile conoscere una data di inizio dei lavori.