Preparatevi a gustare la cena più innovativa che abbiate mai provato grazie a SmartsLab, il primo tavolo al mondo dotato di una sottile base di ceramica con pannelli in grado di riscaldare e raffreddare i cibi, anche mentre si mangia. Le cucine sono ormai un ricordo del passato grazie alla nuova tecnologia a sensori integrata nel tavolo SmartsLab che consente non solo di pranzare o cenare sul suo piano ma anche di cucinare direttamente i cibi, riscaldarli e raffreddarli.

Il tavolo del futuro si chiama SmartsLab ed è stato presentato per la prima volta al Salone del Mobile 2016 nel mese di aprile. In cucina non si era mai visto un tavolo così: caratterizzato da una sottilissima lastra di ceramica (sei millimetri), SmartsLab è integrato da sensori in grado di riscaldare o raffreddare i cibi, nonché di cucinarli. La base in ceramica ha infatti al suo interno dei dispositivi digitali che consentono ad alcuni punti del tavolo di aumentare la temperatura della lastra o diminuirla. Delle resistenze circolari sono posizionate direttamente sotto i punti dove gli ospiti mangiano, mantenendo i piatti ad una temperatura precisa di 42,5° C, come specificato dal noto chef Massimo Bottura. Contemporaneamente lungo il tavolo sono strategicamente collocati degli elementi di raffreddamento che servono a mantenere fredde le bevande così da avere sempre tutto ciò che serve durante i pasti. Degli anelli ad induzione sono posti invece nella lastra per consentire di cucinare il cibo anche mentre si mangia.

È davvero semplice usare SmartsLab e mantenere il cibo caldo. Si ha bisogno di 42,5 gradi Celsius, non di più, non di meno. Si può mettere la mano sul tavolo e non ci si brucia. Con il raffreddamento è necessaria una temperatura di meno cinque gradi Celsius per mantenere un bicchiere d'acqua o una bottiglia di vino freschi. È davvero semplice.
Clemens Weisshaar

SmartsLab si aziona con un pulsante: basta passare le dita sui sensori del pannello di controllo touch per attivare la funzione che riscalda, raffredda o che consente di cucinare i cibi. I designer di KRAM/WEISSHAAR per il Gruppo Iris Ceramica hanno concepito la singola lastra come circuito, struttura e superficie contemporaneamente. Lo strato superiore del composito SmartsLab è realizzato SapienStone , un materiale ceramico praticamente indistruttibile e resistente al fuoco, gelo, shock termici, graffi e microbi. SmartsLab apre così la strada ad una vasta gamma di applicazioni potenziali.