102 CONDIVISIONI

Sou Fujimoto progetta 99 isole galleggianti a largo di Shenzhen

Sou Fujimoto Architects ha svelato il progetto vincente del New City Center Landmark che sorgerà nella baia di Qianhaiwan a Shenzhen, Si tratta di una monumentale torre galleggiante, alta 268 metri e composta da 99 singoli elementi simili a cascate collegate in alto da un piano. Il progetto è sia una torre che un insieme di torri e simboleggia il futuro delle società in un’epoca di diversità.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Clara Salzano
102 CONDIVISIONI
Immagine

Sou Fujimoto Architects ha svelato il progetto vincente del New City Center Landmark che sorgerà nella baia di Qianhaiwan a Shenzhen. Si tratta di una monumentale torre galleggiante, alta 268 metri e composta da 99 singoli elementi simili a cascate, collegate in alto da un piano. Il progetto è sia una torre che un insieme di torri e simboleggia il futuro delle società in un'epoca di diversità.

Il famoso architetto giapponese Sou Fujimoto ha vinto il concorso ad inviti per la progettazione di una torre storica nel distretto di Qianhaiwan, un'area che ha recentemente visto enormi sviluppi urbani e architettonici. Sou Fujimoto Architects, per il concetto di design del progetto si è chiesto: "Come dovrebbe essere una nuova ‘torre' nel XXI secolo? Come può evolversi una torre continuando ad attirare l'attenzione, come fa la Torre Eiffel? E quale sarebbe rivolta verso la baia?". Sulla base delle loro risposte e dell'attuale tessuto urbano del quartiere, l'azienda ha proposto una struttura a sospensione che ricorda un gruppo di isole, una città aerea in futuro o persino una fontana d'acqua sospesa a mezz'aria.

New City Center Landmark è definito da 99 isole galleggianti, che fungeranno da nuovo punto di riferimento per Shenzhen. La struttura futuristica sarà costruita per dare l'impressione di galleggiare a mezz'aria. L'intera struttura è tenuta insieme da un nucleo centralizzato, che è mantenuto bilanciato con cavi di tensione, oltre a una piattaforma di osservazione posta in cima. Il progetto mira a rappresentare "il futuro della società in un'era di diversità", secondo quanto riporta Sou Fujimoto che ha concepito il gruppo di isole galleggianti come l'immagine di città eteree di un mondo futuro.

102 CONDIVISIONI
Atelier Jean Nouvel progetta l'Opera House di Shenzhen
Atelier Jean Nouvel progetta l'Opera House di Shenzhen
Il grattacielo più alto del Giappone è un omaggio alla torcia olimpica
Il grattacielo più alto del Giappone è un omaggio alla torcia olimpica
L'hotel sull'isola galleggiante a largo della costa cinese
L'hotel sull'isola galleggiante a largo della costa cinese
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni