Niente più palle di vetro, calamite, tazze o cartoline, è tempo di cambiare souvenir quando si va in viaggio. Dimenticate i banali gadget, le matite o le penne di una città come ricordo di un luogo che avete visitato. Il collettivo di artisti Raubdruckerin ha infatti inventato un nuovo tipo di souvenir, unico, originale ed autentico: girando per le città del mondo Raubdruckerin imprime su maglie, borse, zaini, felpe e qualsiasi tipo di tessuto, la stampa dei tombini. In questo modo ci si assicura di portare con sé un pezzo delle strade delle città che si visita, unico ed inimitabile.

Queste città d'arte trascurate ci sorprendono nella loro diversità, la creatività del design e l'attenta integrazione nell'ambiente circostante. L'attenzione è rivolta a tali strutture trascurate dello spazio urbano di cui Raubdruckerin si serve come timbri per i suoi motivi.

Raubdruckerin utilizza principalmente i tombini delle città, ma anche altre superfici esistenti, come griglie o pietre, come dei timbri per imprimere sui tessuti una sorta di impronta. Ne derivano delle stampe del tutto originali che vi faranno ricordare dei luoghi che visitate. Le maglie, borse, zaini o teli che ne derivano sono delle vere e proprie opre di street art in cui elementi urbani diventano parte dell'oggetto stesso. Quasi tutte le opere di stampa sono impresse direttamente sull'oggetto nello spazio pubblico e spesso i clienti possono anche partecipare alla creazione dei propri vestiti e souvenir. Le creazioni di Raubdruckerin raccontano una storia, un tempo ed un determinato luogo attraverso la grafica di un tombino o di una griglia. Ogni città ha i propri elementi urbani, e viaggiando si scoprono i diversi disegni che caratterizzano le varie città. Il processo di stampa utilizza materiali e attrezzature utilizzate nei metodi di stampa tradizionali, con vernici eco-compatibili a base d'acqua senza solventi, plastificanti o metalli pesanti perché "la sostenibilità è molto importante per Raubdruckerin per un futuro e sano sviluppo".

Il progetto di Raubdruckerins ha avuto inizio a Berlino, città natale città natale del collettivo. I disegni scelti inizialmente derivano dai tombini di Kreuzberg, Mitte, Neukölln e Friedrichshain, tutti diversi tra loro: la stampa della Kreuzberg è molto stilizzata e ruvida e proviene da un semplice coperchio di calcestruzzo con struttura reticolare centrale di una compagnia telefonica; la Neukölln, con il suo disegno geometrico e la scritta "Neukölln", proviene da un tombino dell'impianto di riscaldamento Neukölln. Mitte, dal tombino delle opere d'acqua di Berlino è tra i disegni più popolari ed è un souvenir originale della città, e poi c'è l'esotico e "azteco" modello della stampa di Friedrichshain di una porta, forse per il paradiso. Ma Raubdruckerin non si è fermato a Berlino, ma ha continuato il progetto in ogni luogo in cui è stato possibile viaggiare: in Portogallo – Lisbona, Porto, Faro, Lagos; in Grecia – Salonicco, Atene, Kavala; in Francia – Parigi; in Turchia – Istanbul; in Messico – Città del Messico; e anche in Italia – Napoli, Catania, Amantea, Roma; e chissà quale sarà la pòrossima meta da cui portare un souvenir unico al mondo.