Per coprire i resti di cibo nel frigo o per portarsi la propria schiscetta a lavoro, la pellicola di plastica è largamente usata da tanti, spesso senza neppur conoscerne le conseguenze negative sull'ambiente. Che sia per il pranzo del lavoro, per conservare il cibo rimasto dalla cena del giorno prima, per coprire gli alimenti nel frigorifero o per andare al pic nic, la pellicola per imballaggi fa parte ormai delle nostre abitudini quotidiane. Eppure questo come altri imballaggi per alimenti contengono plastiche inquinanti che stanno portando il nostro Pianeta al collasso. Così BeeConscious che ha creato SuperBee, una valida alternativa sostenibile producendo involucri di cotone rivestito con cera d'api che non inquinano.

Superbee sono imballaggi di cotone rivestito con cera d'api per gli alimenti che possono essere un'alternativa possibile e sostenibile alla pellicola di plastica spesso usata per coprire il cibo. Sono lavabili e riutilizzabili per due anni e possono mandare in pensione le care e vecchie pellicole di plastica tanto usate ma tanto dannose. Gli involucri Superbee sono realizzati in cotone rivestito di cera d'api che funziona come agente antibatterico naturale, e con olio di cocco e resina dell'albero d'oro che permettono di far attaccare l'involucro al cibo e definiscono la forma degli imballaggi. Gli imballaggi di cotone naturale sono forniti in quattro dimensioni differenti per adattarsi ad ogni esigenza

"Mantieni il tuo cibo fresco e la tua casa sostenibile.", scrive BeeConscous che è un'azienda a conduzione familiare che lavora nelle montagne del nord della Thailandia, a circa un'ora dalla città di Chiang Mai. BeeConscious è l'ideatore di Superbee, l'involucro realizzato con cotone ricoperto di cera d'api che può essere lavato con acqua calda e sapone per i piatti e riutilizzato tutte le vote che si vuole. La produzione di Superbee non solo aiuta ad eliminare l'uso di pellicola ed altri imballaggi per alimenti inquinanti ma contribuisce a salvare il Pianeta dalla plastica. Inoltre, l'uso della cera d'api renderebbe ancora più indispensabile la presenza delle api sulla Terra favorendo il ripopolamento degli alveari che nel mondo sono sempre più a rischio di estinzione.  BeeConscious fornisce anche un modello aziendale da seguire dando lavoro alla comunità locale e pagando il 20% in più del salario di sussistenza suggerito dall'Associazione del commercio equo e solidale: "Crediamo che la generosità genera prosperità", ha affermato Antoinette Jackson, fondatrice dell'azienda, "Distribuendo il 20% dei nostri profitti a progetti simili e fornendo una copertura completa della sicurezza sociale per il nostro personale, speriamo di dare il buon esempio nella nostra comunità e nel nostro paese, fornendo allo stesso tempo prodotti per aiutare i cambiamenti delle abitudini".