Quando si costruisce in zone con climi difficili, come il Circolo Polare Artico, riuscire a mantenere standard progettuali di alta sostenibilità di un edificio può essere difficile. Ma lo studio norvegese di architettura Snøhetta è riuscito a costruire il primo hotel Powerhouse al mondo. Si tratta di "Svart", un hotel energetico in fase di costruzione ai piedi del ghiacciaio Svartisen, che attraversa il comune di Meløy nel nord della Norvegia. Nato in collaborazione con l'Arctic Adventure of Norway, un'organizzazione turistica della regione, l'hotel si torva appena sopra il circolo polare artico con una vista mozzafiato sul fiordo norvegese.

Svart è caratterizzato da una particolare struttura circolare, che si estende sul fiordo con pali di legno fin sotto l'acqua resistenti alle intemperie. "Svart" è il primo edificio ad essere costruito secondo lo standard energetico Powerhouse positivo in un clima nordico. L'hotel si differenzia dagli altri hotel moderni non solo per un consumo annuo di energia ridotto di circa l'85%, ma perché produce da solo la sua stessa energia necessaria al funzionamento, che nel particolare ambiente artico in cui sorge è davvero un'eccezione. L'hotel diventerà anche l'edificio Powerhouse più settentrionale del mondo.

Costruire in un ambiente così prezioso comporta alcuni chiari obblighi in termini di conservazione della bellezza naturale e della fauna e della flora del sito. Era importante per noi progettare un edificio sostenibile che lasciasse un'impronta ambientale minima su questa bellissima natura del Nord. Costruire un hotel a energia positiva e a basso impatto ambientale è un fattore essenziale per creare una destinazione turistica sostenibile rispettando le caratteristiche uniche della trama; le rare specie di piante, le acque pulite e il ghiaccio blu del ghiacciaio Svartisen.

Kjetil Trædal Thorsen, Founding Partner di Snøhetta

Il design dell'hotel, che comprende stanze d'albergo, ristoranti e terrazze, fa riferimento all'architettura vernacolare della regione, conosciuta come "fiskehjell" (una struttura in legno a forma di A utilizzata per essiccare il pesce) e alla "rorbue" (un tipo tradizionale di casa stagionale usata dai pescatori). Come la rorbue, così Svart è costruito con pali di legno resistenti agli agenti atmosferici che si estendono per diversi metri sotto la superficie del fiordo. I pali permettono all'edificio di avere un ingombro minimo sul territorio come fosse sospeso sull'acqua. Sia le camere d'albergo, i ristoranti e le terrazze sono inoltre strategicamente posizionati per sfruttare l'energia solare durante il giorno e le stagioni in modo da ridurre il consumo di energia e sfruttare la luce solare con il tetto di pannelli fotovoltaici che producono energia per l'intera struttura.