Spesso quando parliamo di tappeti siamo portati ad immaginare un pezzo di tessuto, più o meno grande, di materiale vario, generalmente di lana o anche di seta, cotone e altre fibre vegetali e artificiali, prodotto in diversi colori e disegni, usato per arricchire pavimenti, tavoli e superfici simili, ed arricchire una casa od uno spazio vissuto. I tappeti che siamo abituati a vedere sono quasi sempre caratterizzati da decorazioni dettate da obiettivi estetici o funzionali; a volte però capita che alcuni tappeti siano ornati con dei motivi che hanno l'unico scopo di stupire e ammaliare. È il caso delle opere create dall'artista olandese Suzan Drummen che con gemme, pietre preziose ed altri oggetti scintillanti, riesce a realizzare incredibili tappeti sui pavimenti o sulle pareti da far sognare mondi lontani e località esotiche.

Da lontano sembrano disegni chiari ed ordinati, ma appena lo spettatore si avvicina ai lavori caleidòscopici di Suzan Drummen vive un senso di disorientamento dovuto all'incapacità di afferrare visivamente l'immagine per intero. Cristallo, metallo cromato, pietre preziose, specchi e vetro ottico sono alcuni dei materiali utilizzati dall'artista per i suoi capolavori artistici. Suzan realizza le sue opere site specific, senza mai abbozzare il disegno che andrà a realizzare: "Non ho mai avuto un progetto preliminare. Il sito specifico mi guida", spiega l'artista olandese, "Posso controllare la luce, il percorso dei visitatori, i colori, l'altezza, ecc, in loco. L'intera atmosfera in realtà mi guida. Ogni spazio richiede qualcosa di diverso e l'installazione cresce lentamente".
I lavori di Drummen sono un'indagine giocosa dello spazio, sull'illusione, gli effetti ottici ed altri fenomeni visivi come parte di un'ampia esplorazione della percezione visiva e dei limiti della bellezza.