Un'America che non c'è più quella raccontata dalle fotografie di Matt Lambros che ha condotto un viaggio attraverso i cinema e teatri abbandonati più suggestivi degli Stati Uniti d'America. In tutto il paese, con l'avvento della televisione e di internet, sempre più sale di fine Ottocento e inizio Novecento hanno chiuso andando incontro ad un lento abbandono e degrado. Sembra di osservare un “Nuovo Cinema Paradiso” made in USA guardando la serie fotografica di Matt Lambros raccolta nel volume “After the Final Curtain: The Fall of the American Movie Theatre" edito da Jonglez.

Dal Paramount Theatre di Newark, in New Jersey, al Loew’s Kings Theatre di Brooklyn, a New York, sono sempre più numerosi negli Stati Uniti i teatri e cinema che sono stati abbandonati. Alcuni nel tempo sono stati demoliti, altri convertiti, oggi pochissimi vengono restaurati per tornare al loro originale splendore. Il volume fotografico “After the Final Curtain: The Fall of the American Movie Theatre" di Matt Lambros riesce a catturare ugualmente lo scintillio che caratterizzava questi luoghi. Nonostante i tanti anni trascorsi dall'ultimo biglietto venduto, questi teatri e cinema in giro per gli USA continuano a conservare un proprio fascino, il fascino della decadenza. Un declino iniziato con l'avvento della televisione, e ancora dopo di internet, che ha lentamente svuotato queste sale.

L'Adams Theatre di Newark oggi in parte è un negozio. Il teatro, disegnato dall'architetto William E. Lehman, aveva 2.037 posti a sedere ma negli anni '80 è stato dismesso e oggi è in stato di abbandono mentre l'atrio è stato convertito in un negozio di arredamento. All'Eastown Theatre di Detroit si sono esibiti artisti del calibro di Elton John, The Doors, Rush, The Who e tanti altri. Oggi lo storico teatro, costruito nel 1931, è stato demolito. Il Franklin Park Theatre di Dorchester risale al 1914 e oggi parte della struttura ospita una chiesa al suo interno. Il Kenosha Theatre di Kenosha, in Wisconsin, fu inaugurato nel 1927 e fu commissionato da uno dei fondatori degli Universal Studios. La struttura del teatro era ispirata al castello di Alcazar in Spagna e oggi che è in stato di avanzato abbandono e degrado, è stata organizzata una campagna di raccolta fondi per consentirne il restauro.

Destino migliore hanno avuto il Loew’s Kings Theatre ed il Loew’s Canal Theatre: il primo, disegnato da Rapp and Rapp di Chicago nel 1929, è stato di recente rinnovato e riaperto al pubblico; il secondo, con i suoi interni in stile barocco spagnolo, con decorazioni di terracotta ed enormi lampadari, è in fase di restauro. Anche il Lyric Fine Arts Theatre di Birmingham, in Alabama, è stato di recente restaurato e tornato in piena attività. Invece il Loew’s Poli Theatre di Bridgeport, in Connecticut, nonostante sia iscritto nel Registro nazionale dei Luoghi storici dal 1979, è chiuso dal 1975. Il Paramount Theatre di Newark, in New Jersey, caratterizzato dallo stile Adam, una versione aggiornata dello stile neoclassico che si ispira alle rovine greche e romane, oggi ospita un esercizio commerciale. E grazie alle foto di Matt Lambros possiamo ancora oggi apprezzarne la bellezza.