Progettata da Mario Cucinella Architects e costruita da WASP, azienda leader per la stampa in 3D, TECLA è un prototipo di unità abitativa sostenibile che sta per essere completata a Massa Lombarda, vicino a Bologna. Il progetto mira a realizzare case eco-compatibili dai rifiuti e con materiali naturali per realizzare un villaggio dove le persone possano condurre una vita sostenibile e dove la qualità architettonica con un costo di accesso all'abitazione contenuto. TECLA è realizzata attraverso le gru di stampa 3D di WASP che utilizzano per la prima volta come materiale il terreno locale, una sorta di argilla che rende il progetto estremamente sostenibile.


TECLA prende il nome da una delle città invisibili immaginate da Italo Calvino in “Le città invisibili”.
Il prototipo che sta per essere completato in Italia è un modello base ed è costituito due cupole che si compenetrano a vicenda. L'abitazione comprende una zona giorno, disegnata come un grande open space, e una zone notte con un bagno. "All’esterno, un piccolo lago raccoglie le acque meteoriche e grigie che, attraverso un processo di fitodepurazione, vengono riutilizzate per il giardino, mentre una seconda cellula produce, tramite pannelli solari e termini, energia pulita.", spiega Mario Cucinella, "L’obiettivo è quello di rendere TECLA un prototipo di casa completamente staccata dalla griglia".

Con i prezzi delle case in aumento e lo spazio sempre più saturo delle città, TECLA è la risposta ideale alle attuali esigenze abitative. L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile ha infatti stabilito che tutti devono avere accesso ad un alloggio sicuro e ai servizi di base. Oggi non sempre questo accade. Così il progetto di Mario Cucinella Architects e WASP mira a realizzare un villaggio di case sostenibili. Il prototipo in via di realizzazione in Italia è un esempio possibile ma può essere cambiato nelle forme e nei dettagli in base alle diverse esigenze.