Un tempo il bagno era solo uno spazio di servizio, relegato in qualche luogo nascosto della casa, anonimo, semmai anche fuori al balcone. Oggi il bagno è come un salotto da arredare e personalizzare. Il bagno è diventato una stanza centrale in casa dove o spazio è fondamentale e i dettagli possono fare una grande differenza, come un termoarredo in grado di creare un ambiente funzionale e accogliente. Il bagno non è solo uno spazio di servizio ormai ma un luogo dove rilassarsi e prendersi cura del proprio corpo come veicolo per il benessere psichico. Creare un ambiente caldo è fondamentale per il nuovo paradiso del benessere della casa.

Si trascorrono mediamente sei ore la settimana in bagno. Questo comporta una crescente attenzione non solo allo spazio dedicato al bagno in casa ma anche al suo arredamento. E il calore diventa una componente fondamentale per l'interior design del bagno. Il termoarredo, da semplice scalda ascigamani, è diventato un elemento scenografico e insostituibile all'interno del bagno. Una volta considerato elemento di lusso, il termoarredo è diventato una componente standard delle moderne stanze da bagno. Ideale per fornire un confortevole livello di calore in tutto il bagno e mantenere gli asciugamani caldi e asciutti, il termoarredo è l'elemento più conveniente per apportare stile ed efficienza al proprio bagno. E oggi addirittura può essere utilizzato anche in stanze diverse dal bagno, come la cucina, l'ingresso o la lavanderia, proprio per la versatilità dell'elemento e la sua efficienza.

Il termoarredo da elemento anonimo è diventato protagonista in bagno. La trasformazione non è dovuta solo all'efficienza dell'elemento, destinato a mantenere caldi e a asciutti gli asciugamani ma anche ad una scelta in nome del risparmio energetico e del rispetto dell'ambiente. Il termoarredo aiuta a regolare la temperatura e l'umidità della stanza da bagno, e se la camera non è troppo grande può essere sufficiente anche a sostituire il radiatore comportando un risparmio non indifferente. Ed è proprio ai fini del risparmio e del rispetto dell'ambiente che il termoarredo dovrebbe essere idronico più che elettrico, a meno che non si tratti di elementi a basso consumo. Il termoarredo idronico può essere collegato sia ai sistemi idraulici ad acqua calda che ai sistemi di riscaldamento radiante; nel primo caso il tubo può diventare anche un rubinetto da cui far uscire l'acqua calda. Ce ne sono poi di diverse forme e stili, da parete o da pavimento, minimale o scultoreo, in base alle diverse esigenze di casa.

Come scegliere un termoarredo

Il termoarredo da parete è perfetto per i bagni piccoli perché permette di risparmiare spazio sul pavimento e rendono l'ambiente più elegante e funzionale. Se lo spazio non è un problema, si possono scegliere termoarredi più scenografici e imponenti. Una soluzione ideale poi per stanze da bagno più grandi è quella di abbinare più termoarredi o il termoarredo al radiatore. Ci sono termoarredi che sembrano grandi maniglioni e possono essere sovrapposti al termosifone per un uso combinato di scalda asciugamani e ambiente. I termoarredi sono inoltre realizzati con differenti materiali e stili, basta scegliere quello che si addice meglio all'arredamento del bagno. Ci sono termoarredi tubolari, in acciaio o rame, oppure a piastra unica, in legno e ceramica o elettrici, l'importante è controllare che utilizzino una tecnologia a risparmio energetico e basso consumo; l'atmosfera accogliente nel bagno sarà garantita.