Racchiudere il mondo in un'unica immagine non è semplice. Esiste così tanta diversità nel mondo che riuscire a cogliere la bellezza e la varietà del nostro Pianeta è impossibile. Ma se fosse la bellezza e la complessità del mondo a diventare un pianeta a sé stante? È ciò che è riuscito a creare il fotografo britannico Paul Reiffer nella sua serie Tiny Planets in cui trasforma in piccoli pianeti gli skyline e i paesaggi più rappresentativi delle città più belle del mondo.

Duecentocinquanta città, tra le più famose ed affascinanti sulla Terra, come Venezia, Londra, New York e Shangai, diventano dei mondi in miniatura che racchiudono tutte le meraviglie dell'uomo. Dal London Bridge al Ponte di Brooklyn, dall'Opera House di Sydney al Golden Gate Bridge di San Francisco, gli skyline più belli del mondo vengono rivisitati da Paul Reiffer in piccoli pianeti grazie all'uso delle più avanzate fotocamere di Medium Format di tutto il mondo, prodotte dalla società danese Phase One. A 80 megapixel, la strumentazione usata dal fotografo britannico ha uno dei più alti sensori digitali di risoluzione nel mondo e gli permette di catturare livelli estremi di dettaglio in ogni fotografia che produce, sia per scopi commerciali che per stampe di grande formato in edizione limitata. Se vi interessa avere una delle foto della serie Tinu Planets, individualmente firmata e stampata su carta di qualità da museo-archivio, insieme con certificato di autenticità, numero di edizione e garanzia, è possibile acquistare l'immagine sul sito di Paul Reiffer fino alla fine del 2015.