Tra meno di cinque anni Tokyo si prepara ad accogliere uno degli eventi sportivi più importante al mondo, i Giochi Olimpici, e la città ha iniziato già a lavorare per non farsi trovare impreparata. Ma Tokyo non è solo la sede delle prossime Olimpiadi, di recente è diventata il terreno di uno scontro verbale riguardo alla costruzione del nuovo stadio che accoglierà i Giochi. Il progetto è stato assegnato all'archistar Zaha Hadid che in un primo momento aveva proposto un impianto sportivo che, oltre a fungere da stadio, sarebbe stato parte della città, una sorta di connettore urbano. Ma le grandi dimensioni del progetto e soprattutto il costo esorbitante, hanno suscitato non poche critiche e polemiche in Giappone: i più autorevoli architetti giapponesi, come l'83enne Arata Isozaki, ha definito lo stadio olimpico di Zaha Hadid un "errore monumentale" e una "disgrazia per le generazioni future". Dopo diversi tagli al bilancio e due anni di discussioni, il New National Stadium di Tokyo si farà anche se Zaha Hadid ha dovuto rivedere diversi dettagli del progetto iniziale.

Il New National Stadium di Tokyo sarà il più costoso stadio olimpico al mondo, nonostante il costo del progetto sia stato ridotto passando dagli iniziali circa 3 miliardi di dollari agli attuali 1,7 miliardi di dollari. Fino ad oggi solo il Wembley di Londra era stato lo stadio sportivo costato più di un miliardo di dollari, mentre l'attuale impianto in uso più costoso risulta il MetLife Stadium di East Rutherford, New Jersey, costato 1,45 miliardi di euro. Ma più del costo, a toccare la sensibilità pubblica dei giapponesi è stata la dimensione e la posizione del nuovo stadio. Il progetto di Zaha Hadid infatti sorgerà non solo al posto del vecchio stadio olimpico del 1964 ma soprattutto nel giardino esterno del santuario Meiji, costruito nei primi anni del 1900 per onorare l'imperatore, e l'altezza prevista di 75 metri oscurerà gli edifici vicini, tra cui la Meiji Memorial Picture Gallery, considerata un bene culturale del paese. Così l'altezza originaria è stata abbassata di cinque metri e il New National Stadium assomiglierà ad una navicella spaziale nel cuore di Tokyo, avrà ottantamila posti a sedere, 290 mila metri quadrati, un prato verde naturale che richiede dunque un tetto aperto e scorrevole, e sembra proprio che vedrà presta la sua realizzazione.