New National Stadium Development Project © Taisei Corporation, Azusa Sekkei Co., Ltd. and Kengo Kuma and Associates JV
in foto: New National Stadium Development Project © Taisei Corporation, Azusa Sekkei Co., Ltd. and Kengo Kuma and Associates JV

C'è grande attesa per l'apertura dei Giochi olimpici e paralimpici di Tokyo. I paesi partecipanti, gli atleti selezionati, le strutture scelte per accogliere la manifestazione, le modalità di partecipazione, attorno all'organizzazione delle Olimpiadi ci sono sempre tante questioni da affrontare. Una di queste, tra le principali, è dove si svolgerà la cerimonia di apertura che quest'anno sarà il 24 luglio 2020 a Tokyo. L'importante evento sarà ospitato Nuovo Stadio Nazionale di Tokyo progettato da Kengo Kuma che da poco è stato completato e mostra un'innovativa struttura di legno robusta e accogliente che sarà la futura immagine dei Giochi olimpici e paralimpici di Tokyo 2020.

I giapponesi sono famosi per la loro rigidità e precisione. Tuttavia, la storia del progetto del Nuovo Stadio Nazionale di Tokyo dimostra che le eccezioni possono esistere. Il Nuovo Stadio Nazionale di Tokyo dove il 24 luglio 2020 si svolgerà la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020 è stato da poco completato. La conclusione dei lavori era però attesa da tanto, dal 2011. Il progetto che oggi vediamo realizzato è infatti un sostituto dello stadio che era stato approvato all'inizio. Il Nuovo Stadio Nazionale di Tokyo per le Olimpiadi 2020 doveva infatti essere costruito da Zaha Hadid Architect ma a causa dei costi esorbitanti e dei lunghi tempi di attesa, il Japan Sport Council ha abbandonato l'originale progetto e affidato all'architetto Kengo Kuma la realizzazione del nuovo stadio. Dai 130 miliardi di yen iniziali, lo stadio progettato da Zaha Hadid, a causa della struttura tecnologicamente esigente, aveva visto aumentare i costi di realizzazione a più del doppio. Da qui la scelta del primo ministro Shinzō Abe, spinta dall'opinione pubblica ormai contraria alla realizzazione dello stadio di Hadid, di cambiare progetto.

Il Nuovo Stadio Nazionale di Tokyo progettato da Kengo Kuma si trova nel distretto Meiji Jingu Gaien di Tokyo. La costruzione dell'imponente arena nasce sul sito del vecchio Stadio Nazionale Olimpico costruito nel 1958 che è stato demolito. Il nuovo stadio è un'arena da 68.000 posti costato 1,4 miliardi di dollari. Il Nuovo Stadio Nazionale di Toky ha quasi il doppio delle dimensioni della precedente e presenta una struttura interamente in legno e acciaio che permetterà al verde lussureggiante di crescere attorno. La nuova struttura si ispira infatti alla pagoda mentre e continuerà a cambiare nel prossimo decennio: "Questo grande stadio è stato progettato come una raccolta di pezzi di legno di piccolo diametro. La facciata è costituita da cornicioni sovrapposti a più strati. La parte inferiore di ogni grondaia è ricoperta da lamelle in legno di piccolo diametro, nel tentativo di esprimere la tradizione della bella grondaia nell'architettura giapponese in un modo contemporaneo adeguato.", spiega l'architetto Kengo Kuma, "Il legname di cedro quadrato di 105 mm, la dimensione più comune in Giappone, è stato diviso in tre pezzi da 50 mm per creare queste feritoie. La frequenza e la densità delle feritoie sono state variate al fine di dare una scala umana alla grondaia". Il Nuovo Stadio Nazionale di Tokyo è stato inaugurato il 15 dicembre 2019 e adesso è pronto per accogliere la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo a luglio 2020.