Se amate l'avventura, la vita all'aria aperta ed il contatto con la natura, Tree Tents è la soluzione ideale per soddisfare ogni vostro desiderio. L'ultima creazione della società inglese Tentsile è una tenda a tre elementi che permette di dormire ovunque, sull'acqua, la terra o in aria. Che sia su un albero, sopra un ruscello o al sicuro sul terreno, Tree Tents rivoluziona il concetto di campeggio e consente di immergersi totalmente nella natura e godere a pieno della sua magia.

Per chi ancora non ha organizzato le proprie vacanze, non c'è da preoccuparsi con la prima tenda che permette a chiunque di dormire ovunque. Tree Tents può essere installata a terra o essere sospesa in aria, proprio per consentire la massima versatilità di uso. Può contenere fino a cinque persone e adattarsi ad ogni tipo di contesto. Dotata di vani portaoggetti e tiranti appositi, Tree Tents diventa quasi un salotto sospeso sulla natura. Una volta ancorata in aria, la tenda crea al di sotto uno spazio piuttosto ampio che può essere protetto da zanzariere per realizzare un vero e proprio duplex adatto ad accogliere anche dieci persone.

Grazie alla sua particolare imbottitura, Tree Tents è adatta anche sull'acqua con una capacità di galleggiare simile ai paddle. Tirando i vestiboli e preparando la tenda nel modo corretto, la superficie della tenda diventa come una zattera. Questa solidità inferiore è la stessa caratteristica che permette a Tree Tents di risultare stabile in aria, sospesa tra gli alberi. Ogni tenda Tentsile è progettata per essere più rispettosa dell'ambiente delle strutture permanenti, senza lasciare danni alla natura circostante. Inoltre l'azienda inglese, per ogni tenda venduta, pianta 18 alberi nel mondo: "Con il vostro supporto, ora abbiamo piantato oltre 350.000 alberi: grazie!".

Tentsile nasce dall'idea di un architetto inglese, Alex Shirley-Smith, che da bambino aveva il sogno di salvare la foresta pluviale. Nel 1983 Alex aveva sei anni e vide la distruzione della foresta pluviale amazzonica sui notiziari della BBC. Alcune settimane dopo, sua nonna lo portò a vedere il ritorno dello Jedi. Guardando il villaggio di Ewok su Endor gli venne un'idea: "le nostre foreste sopravviverebbero solo se gli alberi avessero un valore per noi umani che non fosse solo monetario. Se usassimo gli alberi come abitazioni, potremmo salvarli!". Da lì è nata l'idea, concretizzata in seguito, dopo gli studi in architettura, di una tenda resa stabile dalla tensione. L'originale casa sull'albero progettata da Alex, leggera e portatile, usa tre punti di ancoraggio per creare uno "spazio vitale" sospeso nel vuoto per godere a pieno della natura e salvare il Pianeta dalla distruzione.