“100 Colors” è un’installazione interattiva concepita dall’architetto e designer francese Emmanuelle Moureaux per la Shinjuki Creators Festa 2013 di Tokyo, dove si è trasferito dal 1996. Il titolo indica il numero di tonalità che il designer ha impresso su più di 840 fogli di carta giapponese sospesi al soffitto. Il risultato è un volume che ricorda un arcobaleno di colori che volteggiano nell'aria.

Quando sono arrivato a Tokyo, ero completamente affascinato dai colori traboccanti nelle strade. È in quel momento che ho deciso di trasferirmi in Giappone.

(Emmanuelle Moureaux)

Moreaux ha scelto i 100 colori dell’inventario Takeo, un produttore di carta giapponese la cui linea di prodotti è disponibile in migliaia di tipi e texture, in una vasta gamma di tonalità. La suggestiva installazione incoraggia i visitatori a interagire con essa da varie angolazioni.

Puff giganti sono posizionati al di sotto dello spettro di colori e invitano a sedersi in modo da guardare l’opera da una prospettiva diversa. Sulla parete invece 100 cerchi colorati, che rappresentano le tonalità dell’installazione, invitano il pubblico a mettere un adesivo attorno al loro colore preferito, trasformando il retro dello spazio in un'opera d'arte completamente separata, che agisce anche come un indicatore di tendenza di ciò che i visitatori preferiscono.

Il gran numero di negozi diversi, i cavi elettrici volanti e le mille luci dei vari volumi degli edifici crea tre "strati" dimensionali della città di Tokyo.
L’alluvione di colori che inonda le strade dona allo spazio una profondità e intensità complessa. Queste esperienze indelebili di colori e strati di Tokyo sono stati l'ispirazione e l'essenza del mio concetto di design di ‘shikiri', che significa dividere lo spazio (creazione) con i colori.

(Emmanuelle Moureaux)