"A chi mi chiede quale termine uso per definire la Casa sull’Albero, rispondo “shibumi”, l’eleganza della bellezza discreta.”, così Fabio Dadati, ideatore e titolare della Casa sull'Albero a Malgrate, definisce il suo green hotel a un passo dal Lago di Como. Shibumi è un termine giapponese usato per indicare il concetto estetico di bellezza legato alla sobrietà, semplicità, austerità, frugalità e riservatezza, tipiche, ad esempio, di un giardino Zen o delle forme armoniose di un oggetto. E la Casa sull'Albero è un piccolo rifugio di benessere immerso nella natura affacciata sul Lago di Como.

La Casa Sull’Albero sorge nell’antico borgo di Malgrate, in provincia di Lecco, in un parco di alberi secolari rivolti sul Lago. La struttura su due livelli, realizzata in vetro e legno, comprende dodici camere minimaliste tutte immerse nel verde rigoglioso e con vista sul Lago di Como. Non solo viste mozzafiato e benessere nella natura, gli ospiti della Casa Sull’Albero possono usufruire anche di una piscina all'aperto con solarium, una sala ristorante-bar, sala cinema e riunioni, libreria, personal SPA e spazio massaggi. La cifra stilistica del progetto è la sostenibilità. La struttura è costruita con innovative tecniche di risparmio energetico (solare, fotovoltaico, etc..), con materiali naturali (legno e pietra), con impianti all’avanguardia.

Come un piccolo gioiello incastonato nel paesaggio naturalistico, la Casa Sull’Albero guarda proprio a "Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutto a seni e a golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare di quelli, vien quasi a un tratto, tra un promontorio a destra e un'ampia costiera dall'altra parte" citato da Alessandro Manzoni ne I promessi Sposi. E anche  se il noto autore non menziona mai il nome della località precisa in cui è ambientata l'opera,  si comprende che si trova non distante da Lecco, sulle rive del ramo meridionale del lago di Como, e che dalla Casa sull'Albero si vede proprio il Resegone e quel ramo che tante generazioni di romantici ha fatto sognare. Il senso del luogo è inoltre valorizzato dalla libertà e dalla privacy di cui si può godere in questo ritiro naturalistico.

"Il design è la Casa sull’Albero: un progetto architettonico unico e perfettamente integrato nel contesto paesistico, gli interni dove il design italiano emerge con discrezione e classe; ma si trova anche nel luogo che accoglie questo insediamento, in Malgrate con i suoi antichi palazzi che si affacciano sul nuovo lungo lago, esempio di design attento al paesaggio, un intervento architettonico che fa esplodere centuplicando la bellezza delle montagne e del lago.", spiega Fabio Dadati, "Proponiamo riservatezza ed eleganza, un luogo esclusivo ma non amiamo ostentare, curiamo i particolari e i nostri ospiti a cui offriamo un’esperienza diversa dal solito hotel con la possibilità di vivere nel modo più completo il Lago di Como, le sue valli, la Brianza e la stessa Milano. Siamo attenti alla natura ed all’ambiente, rispetto è il valore non scritto che ispira ogni nostra azione e scelta".