Nel febbraio 2011 un terremoto di magnitudo 6,3 ha colpito la città di Christchurch, in Nuova Zelanda:  rimasero uccise circa 190 persone e  la cattedrale principale costruita nel 1864, uno dei simboli della città, fu irrimediabilmente danneggiata. Shigeru Ban, conosciuto soprattutto per le sue opere temporanee in contesti d'emergenza e calamità naturali, è stato chiamato a progettare uno spazio sacro temporaneo per la congregazione.

L'architetto giapponese ha realizzato una struttura triangolare, che ha la capacità di ospitare circa 700 persone, fatta da 98 tubi in cartone compresso di 60 cm di spessore, tutti della stessa dimensione ed 8 container in acciaio, che rinforzano le pareti laterali. La durata prevista per la cattedrale è di circa 50 anni e servirà la comunità fino a quando una nuova costruzione più permanente potrà essere costruita.

Quando il progetto è stato proposto, molti erano preoccupati che la struttura potesse "bagnarsi sotto la pioggia", ma i tubi sono protetti da un tetto in policarbonato, inoltre il cartone è rivestito in poliuretano impermeabile e resistente alle fiamme. L'edificio dal profilo triangolare ha una parete completamente vetrata decorata con le immagini del rosone della cattedrale originale.

Il cartone è un materiale da costruzione ideale perché è facilmente reperibile, riciclabile e sorprendentemente forte. "La forza della costruzione non ha nulla a che fare con la resistenza del materiale", dice Shigeru Ban, "anche edifici in cemento possono essere distrutti molto facilmente dalle calamità naturali. Ma costruzioni di cartone più difficilmente possono essere distrutte dai terremoti". Inoltre non bisogna sottovalutare il costo decisamente basso della costruzione.