26 Agosto 2020
13:03

Una coppia di nonni giapponesi crea una fermata d’autobus a forma di Totoro per i nipoti

Gli amanti dei film d’animazione dello Studio Ghibli stanno arrivando a Takaharu, una piccola cittadina giapponese della prefettura di Miyazaki, da ogni parte del mondo per vedere la fermata d’autobus a forma di Totoro, il famoso personaggio e logo della casa cinematografica, grazie ad una coppia di anziani che ha realizzato l’incredibile opera per far felici i propri nipoti.
A cura di Clara Salzano

A Takaharu, una piccola cittadina della prefettura di Miyazaki, in Giappone, c'è una fermata d'autobus unica al mondo perché ha la forma di Totoro, il famoso personaggio creato dallo Studio Ghibli, la casa cinematografica delle più amate anime giapponese. L'incredibile opera è oggetto di veri e propri pellegrinaggi dei fan di Studio Ghibli che arrivano nella piccola cittadina per un abbraccio e una foto accanto all'originale fermata realizzata da una coppia di anziani nonnini per fare felici i propri nipoti.

Per chi non lo sapesse Studio Ghibli è l'equivalente giapponese della Disney. I suoi film d'animazione sono conosciuti non solo in Giappone ma in tutto il mondo e i personaggi degli anime creati da questa casa cinematografica giapponese sono tra i più amati. Una delle sue creazioni più popolari è Totoro, un paffuto e peloso mostro, apparso per la prima volta nel film nel film "Il mio vicino Totoro" del 1988, che è diventato anche il logo dello Studio Ghibli e un simbolo nazionale con un grande seguito in Giappone. L'iconico personaggio dello Studio Ghibli è da sempre fonte di ispirazione per molti. Una coppia di anziani di Takahuru ha però stupito il mondo intero quando è riuscita a creare nella propria cittadina una fermata d'autobus a forma di Totoro a grandezza naturale. I due settantenni hanno costruito a mano la replica del grande personaggio del film d'animazione dello Studio Ghibli come dono per i propri nipoti. Non stupisce che da ogni angolo del Sol Levante arrivino fan di Totoro per scattarsi una foto abbracciati al simpatico anime.

La coppia di anziani nonni giapponesi ha realizzato la fermata d'autobus a forma di Totoro a mano. I due settantenni hanno dimostrato un'eccezionale abilità nella falegnameria e nella decorazione. Per costruire la fermata è stato fatto un telaio di legno che è stato usato come base su cui versare vari strati di cemento e mattoni. I mattoni sono stati aggiunti per dare un senso di maggiore tridimensionalità e presenza al personaggio dello Studio Ghibli. Una volta fissata la struttura, simile ad un grande uovo, la coppia di nonni si è affidata alla propria abilità scultorea per ricreare Totoro in ogni dettaglio, con gli occhi aperti e i baffi memorabili. La fermata d'autobus evoca una famosa scena del film "Il mio vicino Totoro" in cui il mostro paffuto aspetta alla fermata d'autobus sotto la pioggia. La fermata è stata completata con un percorso in mattoni e ghiaia attorno al personaggio e con l'iconico segnale degli autobus per rendere più realistica la scena. I nipoti dei due nonni non potevano credere ai propri occhi quando l'opera è stata terminata. E nessuno poteva aspettarsi che sarebbero arrivati fan da ogni luogo. La loro storia è raccontata sul sito della provincia di Miyazaki.

Atsushi Adachi, l'artista giapponese che crea oggetti con i vecchi giornali
Atsushi Adachi, l'artista giapponese che crea oggetti con i vecchi giornali
Il parco giochi che favorisce l'interazione tra nonni e nipoti
Il parco giochi che favorisce l'interazione tra nonni e nipoti
Rombout Frieling inventa la fermata dell'autobus interattiva
Rombout Frieling inventa la fermata dell'autobus interattiva
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni