"Come si può ritagliare una casa da una roccia, un paesaggio, senza alterarlo, rispettandone i volumi, le fratture e la vegetazione?", è da questo interrogativo che è partito l'architetto parigino Jean-Pierre Lott per progettare la sua Villa Troglodyte nel centro di Monaco. La straordinaria casa, come la più tipologica delle abitazioni, è scavata nella roccia naturale in pieno tessuto urbano. La difficoltà per l'architetto francese era appunto cercare di sfruttare il sito di progetto al meglio senza però alterarne l'aspetto particolare e la naturalità. Il risultato è stata una residenza mozzafiato con interni luminosi e di design senza mutare l'aspetto esteriore della roccia.

Villa Troglodyte è un'abitazione scavata completamente nella roccia naturale di Monaco. L'architetto parigino Jean-Pierre Lott è riuscito a ricavare una casa suddivisa su più livello all'interno della roccia: "La sfida di questo progetto era di adattare la casa al paesaggio collaborando piuttosto che lavorando contro di essa. Quindi, il progetto è costruito all'indietro, è scavato fuori dalla massa". Il progetto riesce a nascondere dall'esterno la casa che è ricavata all'interno della roccia e illuminata grazie alla presenza di varie terrazza su più livelli che arretrano la facciata della casa rispetto alla roccia in modo che luce e aria possano entrare in abbondanza. Alla Villa si accede dal piano terra che immette in uno spazio a tutta altezza dove domina una piscina scintillante. Ai piani superiori si accede tramite scale che conducono alla zona notte e alla zona giorno. Tutti gli interni sono trattati con materiali naturali come il legno per i pavimenti. Gli arredi di design creano un piacevole contrasto con la ruvidità della roccia.

Il progetto si basa sull'architettura bioclimatica. Grazie all'uso di fonti di energia rinnovabile geotermica e solare, Villa Troglodyte consuma solo il 40% dell'energia necessaria ad una tipica casa in base sulle normative termiche francesi. Il trattamento speciale delle superfici esterne, l'orientamento corretto e la grande quantità di luce naturale interna hanno permesso di contenere i consumi in modo da realizzare una casa non solo bella ma anche sostenibile.