Dopo le ultime scoperte su Marte e una vita possibile sul Pianeta rosso, lo studio d'architettura OPEN, in collaborazione con l'azienda cinese di elettronica xiaomi, ha immaginato una casa ideale per vivere nello spazio. L'abitazione si chiama MARS case ed è uno spazio ad energia auto-circolante e zero rifiuti, contenuto in un modulo leggero, compatto, 2,4 x 2,4 x 2 metri, concepito come un "prodotto industriale" dove tutti i componenti di servizio della casa e gli spazi di vita gonfiabili possono essere ripiegati e conservati per un facile trasporto su Marte.

MARS Case è stata presentata ad House Vision, un'esposizione itinerante alla sua terza edizione e la prima in Cina, che quest'anno ha incluso i contributi degli architetti MAD, MUJI + go hasegawa e MINI living + pend. House vision è una piattaforma di innovazione multidisciplinare in cui architetti e aziende lavorano insieme per utilizzare la ‘casa' come mezzo per riflettere sulla direzione futura dei nostri stili di vita e ambienti di vita. MARS case è un progetto che sfida le idee esistenti di spazio abitativo, proponendo al contempo nuove possibilità per il futuro.

MARS Case immagina che l'umanità sia costretta a stabilirsi su Marte, dove non c'è altra scelta che ridurre il consumo eccessivo del nostro stile di vita terrestre. In questo scenario, è possibile tenere solo gli elementi essenziali, mentre il riutilizzo e il riciclaggio sono fondamentali. L'abitazione cerca di combinare l'architettura con le attuali linee di prodotti di xiaomi, che possono essere collegate in modalità wireless e controllate tramite smartphone. "Quando troveremo nuovo apprezzamento in ogni goccia d'acqua, ogni boccone di cibo e ogni respiro d'aria, alla fine scopriremo la libertà di una vita veramente semplice", spiega OPEN. "è questo che dovremmo definire la casa ideale del futuro?".