Ricordate l'iconico bracciale a scappo che era impossibile non avere negli anni Ottanta? In color vivaci, di silicone e di diverse dimensioni, del bracciale a scatto esistevano infiniti modelli, anche da collezione. Oggi quel bracciale diventa una memoria portabile grazie a Wemo. Wemo è una sorta di post-it da braccio, in silicone, che si avvolge a scatto attorno al polso per potersi annotare tutto il necessario.

Un appuntamento importante, la spesa, un numero o una targa, Wemo è il bracciale a scatto su cui si può scrivere e riscrivere come su un post-it. Prodotto dal brand giapponese di design Kenma, Wemo riprende l'iconico bracciale a scatto degli anni Ottanta e lo arricchisce della funzionalità di un post-it. I designer di Kenma si sono ispirati per Wemo al lavoro delle infermiere che devono sempre annotarsi vari dati su fogli o sulla mano. Ma la loro ricerca ha rivelato che la prassi di prendere nota è comune anche ad altri lavori nel settore manifatturiero, edile, nella produzione, nelle scuole e università, in ambito legale. Da qui l'idea di creare un post-it da indossare ma che fosse un oggetto di design da portare in ogni occasione.

Wemo sta per "wereable memo", cioè memoria da indossare, ed è un bracciale utile in molti ambiti e settori. Immaginiamo alle persone affette da deficit della memoria che con Wemo possono avere al braccio sempre tutte le informazioni necessarie per la propria vita, come medicine, orari, indirizzi, trattamenti. Oppure un appunto sul polso può essere utile anche per chi soffre di particolare allergie, in viaggio, etc. Su Wemo si può scrivere con qualsiasi inchiostro che potrà essere rimosso con le dita o una gomma. Il nuovo prodotto di Kenma è anche impermeabile, per cui può essere indossato anche sotto la doccia o un temporale, la memoria da indossare sarà sempre con voi.