Contro la crisi degli alloggi a Londra, e in generale in Europa, una società di design inglese potrebbe aver trovato una soluzione: una casa fai da te che è possibile scaricare da Internet. Si chiama Wikihouse 4.0 ed è un progetto, senza scopo di lucro, di open-source per la progettazione e costruzione di case che si sforza di democratizzare e semplificare la realizzazione di abitazioni, di risorse sostenibili e di luce. Nell'estate del 2011, Alastair Parvin e Nick Ierodiaconou di Studio 00, in collaborazione con ARUP engineers, hanno lanciato al Gwangju Design Biennale, a Gwangju in Corea del Sud, il prototipo della casa del futuro: si scarica da internet, si stampa in 3D e a costi contenuti.

L'obiettivo di Wikihouse 4.0 è quello di permettere a chiunque di progettare, scaricare e stampare a prezzi accessibili la propria casa. Wikihouse è una casa di legno di 68 metri quadrati realizzata da modelli disponibili su internet e si può costruire senza coinvolgere squadre di ingegneri, architetti e muratori, ma utilizzando solo viti, graffette, cunei e spine. "É la prima volta che una casa a due piani viene digitalmente tagliato e costruita utilizzando tecnologia open source. E ci vogliono solo un piccolo gruppo di volontari e otto giorni di tempo per mettere insieme le componenti – che sono state fabbricate utilizzando una forma di stampa 3D". Le modalità sono semplicissime: basta cliccare sul sito di Wikihouse, acquistare il modello della casa scelta, scaricarne i disegni, stampare i pezzi in 3D, dedicarsi al loro montaggio per poco più di una settimana ed ecco pronta la vostra casa dei sogni al costo di 62 mila euro. WikiHouse permette agli utenti di scaricare piani di costruzione dal suo sito, personalizzarli utilizzando SketchUp, e poi utilizzarli per creare pezzi di compensato con un router di CNC. Utilizzando una macchina CNC, i pezzi della casa possono essere digitalmente ‘stampati' su un foglio di normale materiale come legno compensato, e la struttura portante assemblata in meno di un giorno da persone senza formazione nel campo delle costruzioni. La costruzione di strutture WikiHouse richiede un'assenza di parti speciali, perché i pezzi tagliati di legno si incastrano insieme a cuneo e le connessioni tra i pezzi sono ispirati alla classica architettura coreana. Il telaio deve poi essere rifinito con rivestimento, isolamento, cablaggio e impianto idraulico prima di rendere la Wikihouse abitabile.

Attualmente non ci sono WikiHouse abitate, anche se esistono un paio di prototipi completati. Dopo aver vinto un premio in denaro al TEDGlobal nel giugno 2012, 00 ha investito il premio in denaro in una partnership con il progetto brasiliano di mobilitazione giovanile Dharma e l'agenzia BrazilIntel per costruire delle WikiHouse nelle favelas di Rio de Janeiro, in Brasile. L'obiettivo della partnership, soprannominata WikiHouseRio, è quello di fornire un unico laboratorio di stampa, dove un router di CNC può essere condiviso dalla comunità, incoraggiando anche i membri della comunità a sviluppare le proprie capacità di progettazione e costruzione. La squadra WikiHouse intende creare laboratori di creazione e stampa simili in altre comunità sottosviluppate in tutto il mondo. Si prevede inoltre di utilizzare WikiHouse anche come case di emergenza e pronto soccorso in paesi soggetti a forti terremoti paesi come Haiti, Giappone e Nuova Zelanda.