Un mondo plastic free è possibile e deve essere un imperativo categorico per tutti l'impegno per eliminare la plastica dall'uso quotidiano che ne facciamo. Bastano piccoli gesti come non usare il sacchetto di plastica per fare la spesa o evitare le stoviglie monouso per mangiare per fare la differenza. Nell'attesa che tutti facciano il proprio dovere per rispettare l'ambiente e lasciare un mondo migliore alle generazioni future, il gruppo di designer The New Raw ha ideato un modo sostenibile per trasformare la plastica riciclata in qualcosa di utile e bello. Il progetto si chiama "Print your city" e usa la stampa 3D per creare arredi urbani con la plastica riciclata. Il primo prototipo realizzato si chiama XXX ed è una panchina per la città di Amsterdam che usa la stessa quantità di plastica prodotta ogni anno da due abitanti della città.

"Stampa la tua città! esplora il concetto di applicare la stampa 3D ai rifiuti di plastica, come un modo per riprogettare lo spazio urbano. Come suggerisce il nome, Stampa la tua città! è un invito all'azione, che invita i cittadini a riciclare i rifiuti di plastica per uso domestico al fine di trasformarli in materia prima per mobili pubblici, attraverso un processo di stampa 3D.", spiegano i designer di The New Raw. Il progetto "Print your city" utilizza le confezioni e i prodotti di plastica come imballaggi, bottiglie e piatti di plastica che potrebbero essere usati all'infinito ma poi vengono gettati immediatamente dopo l'uso andando a creare grande quantità di rifiuti difficili da smaltire. Tali rifiuti di plastica possono essere definiti come un vero fallimento per il mondo del design e la più grave responsabilità per l'umanità.

The New Raw ha ideato un modo per trasformare i rifiuti di plastica in arredi urbani. I prodotti vengono trasformati i materia prima per la stampante 3D che può creare qualsiasi oggetto. Il primo prototipo fatto con la stampante 3D, sintetizzando i rifiuti di plastica, si chiama XXX ed è una panchina per la città di Amsterdam fatta con la stessa quantità di plastica prodotta ogni anno da due Amsterdammer. Ed è solo l'inizio delle infinite possibilità che si possono esplorare.