Per una famiglia vegana della lettonia lo studio di architettura Zekltini ha progettato il primo bagno compost al mondo che presenta un giardino pensile sul tetto e viste manoramiche sugli spazi all'aperto cirostanti. Ideato come un "tempio della cacca", lo Zeltini Bioloo è immerso nella natura e serve come luogo per riflettere, riconnettersi al mondo oltre che come bagno.

Il bagno funziona con compost naturale umano, in base alla richiesta della famiglia vegana che ha commissionato il lavoro allo studio Zeltini. Non volendo infatti usare del compost animale per fertilizzare i terreni, lo studio lettone ha progettato un intelligente sistema autosufficiente che usa il materiale di compostaggio del bagno per fertilizzare il gairdino pensile sul tetto e consente ai fiori profumati di crescere. Una ventola con camino estrae l'aria profumata dal giardino pensile e la conduce direttamente sul viso dell'fruitore della della toilette in modo che possa ricevere una rinfrescante aria naturale. Contemporaneamente un secondo camino estrae verso l'esterno l'aria maleodorante in modo che all'interno di Bioloo ci si possa rilassare, riposare e ricaricare.

Zeltini Bioloo è dotato di un giardino pensile e di viste panoramiche sul paesaggio circostante. La struttura è facile da montare e smontare ovunque si voglia. Funziona proprio come un normale bagno di compostaggio con la differenza che il compost ottenuto viene utilizzato per fertilizzare il giardino e il terreno circostante. L struttura in legno con una grande apertura sul paesaggio di integra perfettamente nel contesto come un piccolo rifugio nato per celebrare il naturale atto umano. Il progetto è ben isolato in modo da essere usato facilmente d'estate e d'inverno. La famiglia vegana non voleva utilizzare il fertilizzante animale per i suoi terreni e in questo modo è riuscita ad ottenere non solo un bagno funzionante ma una soluzione perfetta per le proprie esigenze.