Nessun trucco né inganno, con poche candele e un paio di vasi è davvero possibile riscaldare uno spazio. Bastano pochi prodotti facilmente reperibili in qualsiasi negozio, per creare un sistema di riscaldamento radiante in grado di rendere un ambiente più caldo con pochi centesimi. Tutti possono realizzare una stufa radiante, come dimostra anche un video su Youtube. Non serve energia elettrica ma solo seguire alcuni semplici passi per riscaldare casa ad un costo inferiore di qualsiasi sistema di riscaldamento elettrico e convettivo.

Cosa procurarsi

  • Due vasi di terracotta di dimensioni diverse: uno più piccolo dell'altro in modo da adattarsi al suo interno con una differenza di diametro di circa 2,5 centimetri.
  • Due candele in contenitori di vetro a cilindro spesse
  • Una base di vetro o metallica per le candele (anche un piatto)
  • Un grosso bullone con dadi e rondelle
  • Tre mattoni di terracotta
  • Un accendino o dei fiammiferi

Come procedere

  • Forare il vaso più grande, se non ha già il buco sulla base, e inserire il bullone da fissare con la rondella ed il dado esagonale.
  • Far scorrere il vaso più piccolo, attraverso il foro sulla base, lungo il bullone e fissarlo con una seconda rondella e un altro dado. Tra i due vasi ci dovrebbe essere uno spazio di almeno due centimetri.
  • Posizionare le candele accese sul piatto e circondarle con i mattoni in modo che i vasi, posti sopra le candele, siano alzati da terra.
  • Questo sistema raggiungerà circa 160F (pari a 70° C) entro 20 minuti. Trascorso 30-40 minuti fate attenzione a non toccare i vasi che saranno troppo caldi.
  • I vasi in terracotta assorbono l'energia termica delle candele e la convertono in calore radiante.
  • L'ambiente comincerà a riscaldarsi grazie al calore radiante. In questo modo sarà possibile risparmiare sulla bolletta elettrica.
  • Il sistema rudimentale può essere usato anche per riscaldare cibi e bevande e non consumare così altra energia elettrica.
  • Fate attenzione a tenere animali domestici e/o bambini lontani dal sistema di riscaldamento radiante perché può diventare troppo caldo al tatto.
  • Tale metodo di riscaldamento è inoltre eccezionale in situazioni di emergenza (come la mancanza di elettricità).
  • È evidente che necessitano più sistemi per riscaldare una casa intera, almeno uno per stanza.
  • Si tratta di un sistema simile a quello proposto con Egloo.

Cos'è il calore radiante

Esistono due tipologie più comuni di diffusione del calore: irraggiamento e convezione. I più comuni sistemi di riscaldamento domestico, come il riscaldamento ad aria, le stufe a pellet e quelle metalliche, in genere utilizzano la convezione. Ma secondo diversi studi scientifici il calore radiante emanato dalle stufe tirolesi, ad accumulo o in maiolica è quello più sano per l'essere umano. Il calore radiante è infatti del tutto simile a quello emesso dal sole che invia sulla Terra raggi infrarossi, oltre ai raggi ultravioletti. Quel tepore e piacere che sentiamo sulla pelle durante l'esposizione al sole è proprio frutto dei raggi infrarossi.

Ogni corpo può emettere calore radiante, non solo il Sole: anche il corpo umano riscaldato emette una percentuale di raggi infrarossi; è evidente, ad esempio, quando si avvicina una mano calda al viso e si percepisce un certo tepore senza neppure bisogno di contatto fisico. Questo è lo stesso principio per il quale le stufe o i sistemi radianti, anche i più semplici come quello spiegato prima, possono riscaldare un ambiente. Il riscaldamento radiante infatti non si basa sulla circolazione dell’aria calda, come succede con i più comuni sistemi di riscaldamento convettivo, ma sull'emissione di raggi infrarossi. In questo modo l'aria riscaldata, oltre a risultare più economica è anche più salutare perché caratterizzata da un bilanciamento degli ioni per nulla alterato che può essere l'ideale per chi soffre di malattie respiratorie o allergie.

Bufala?

Come nel caso del sistema presentato da Dylan Winter in un video su youtube, anche in questo caso si potrebbe incorrere in varie critiche. Innanzitutto per questioni di sicurezza in casa perché il contatto con fonti di calore dirette è sempre rischioso. Inoltre perché riscaldare un ambiente intero, e addirittura una casa, con delle candele può richiedere molto tempo e quindi più soldi del previsto. Effettivamente il sistema di riscaldamento radiante non contrasta con alcun principio fisico, ma l'efficacia del sistema dipende dalle dimensioni dello spazio da scaldare, dalla grandezza e dalla durata delle candele utilizzate.