Che arrivi un black out o che si abbia bisogno di energia elettrica laddove non c'è una presa elettrica, il generatore di corrente o gruppo elettrogeno è un oggetto molto utile da avere in casa, in camper, in barca oppure in campeggio. Grazie al suo funzionamento, infatti, riesce a trasformare l'energia termica in energia meccanica ed elettrica, producendo corrente continua o alternata – nel secondo caso parliamo di generatori di corrente inverter.

Il generatore di corrente, chiamato anche gruppo elettrogeno, è uno strumento che riesce a trasformare l'energia termica in energia elettrica grazie all'induzione elettromagnetica, un fenomeno fisico che avviene all'interno di un campo elettromagnetico.

Il generatore di corrente ci permette di avere la corrente ovunque e in qualsiasi momento: può essere fondamentale in caso di piccole emergenze, nel caso in cui la corrente salti, per mantenere attivi elettrodomestici, e per non rimanere senza luce. Ma è essenziale anche in campeggio, soprattutto per quanto riguarda i camper, e durante le attività all'aperto, grazie alla presenza di molti generatori di corrente portatili, i più diffusi sul mercato. Inizialmente molto rumorosi, i nuovi generatori di corrente sono più silenziosi, e sono presenti anche dei modelli super silenziosi che attutiscono tutto il rumore.

In questo articolo ci soffermeremo soprattutto sui gruppi elettrogeni per la casa, monofase e spesso di categoria inverter. Si tratta di generatori di corrente silenziati, a bassa rumorosità, da poter utilizzare nella propria casa, in campagna oppure all'aperto, di potenza variabile (ci sono modelli da 3, 4, 6, fino a 10 kw).

Vanno bene anche per chi si occupa di fai da te o ha un'attività ambulante; possono essere alimentati a benzina, a gasolio, a GPL o metano, oppure a energia solare grazie ai pannelli fotovoltaici. Ecco una guida completa per capire come funziona il generatore di corrente e quale scegliere tra quelli disponibili sul mercato.

Generatore di corrente, cos'è e come funziona

Come abbiamo già detto, il generatore di corrente permette di produrre energia elettrica a partire da un carburante, quindi sfruttando la trasformazione dell'energia termica in energia meccanica ed elettrica per mezzo del fenomeno di induzione elettromagnetica.

Quando manca la corrente, basta accendere il generatore – che deve essere chiaramente pieno di carburante – e collegarlo alle prese degli elettrodomestici della casa per far sì che essi non smettano di funzionare. Per capire quale generatore elettrico scegliere, bisogna quindi capire quali sono gli elettrodomestici che vogliamo collegare al gruppo elettrogeno, e soprattutto l'utilizzo che vogliamo fare di questo strumento.

In base alle nostre esigenze, infatti, valuteremo la potenza di cui abbiamo bisogno per il generatore, data dalla somma delle potenze degli elettrodomestici che vogliamo collegare.

Alimentazione e caratteristiche: inverter, silenziati, mono e trifase

Nella prima parte di questo articolo descriveremo 10 modelli di gruppi elettrogeni, mettendoli a confronto, per capire quali sono le caratteristiche da tenere d'occhio nella scelta del migliore generatore elettrico.

Descriveremo poi tutti gli elementi da valutare nella seconda parte dell'articolo, ovvero la guida all'acquisto vera e propria: ecco però alcune caratteristiche fondamentali di cui bisogna tenere conto, e che saranno spiegate passo passo dopo il confronto tra i vari modelli.

  • Generatori di corrente a benzina, gasolio, GPL, metano, energia solare: il tipo di alimentazione incide sulle prestazioni e sulla versatilità del generatore di corrente, quindi questa è una caratteristica da tenere d'occhio. Oltre alla tipologia di alimentazione, bisogna tenere a mente anche la capacità dei serbatoi nei gruppi elettrogeni, quindi la durata e l'autonomia del generatore.
  • A corrente continua o a corrente alternata (inverter): i generatori a corrente continua sono poco adatti per i grandi elettrodomestici o i device tecnologici, mentre quelli a corrente alternata, che comprendono al loro interno un inverter, sono i più adatti per questo scopo.
  • Rumorosità e generatore di corrente silenziato: il modello silenziato per casa o per camper è ricoperto da uno strato di plastica, quindi è facile distinguere i modelli silenziati da quelli a più elevata rumorosità.
  • Generatori di corrente monofase e trifase: i primi sono destinati a un utilizzo domestico, mentre i secondi a un uso professionale e industriale. Nel confronto tra diversi modelli terremo in considerazione solo i gruppi elettrogeni monofase.
  • Attenzione alla normativa: se il generatore di corrente supera un certo wattaggio – in base al tipo di alimentazione – il possesso del gruppo elettrogeno va comunicato alle autorità competenti

I migliori generatori di corrente nuovi

Ora che abbiamo fatto una distinzione di massima tra i diversi modelli di gruppo elettrogeno, mettiamo a confronto 10 modelli disponibili sul mercato per capire meglio quali sono le caratteristiche tecniche da tenere d'occhio della scelta del miglior generatore di corrente per le tue esigenze.

Sono tutti modelli disponibili su Amazon e su Leroy Merlin, con le opinioni e recensioni degli utenti, le caratteristiche tecniche, i pro e i contro.

Honda EG 3600 CL (3,6KW)

Iniziamo il nostro confronto con un modello semiprofessionale, prodotto da un marchio leader nel settore e pensato per il fai da te, il giardinaggio e le piccole attività di artigianato e falegnameria domestiche: parliamo del modello EG3600CL di Honda, il più domestico tra i gruppi elettrogeni professionali.

Questo modello ha una potenza di 3,6kW, una rumorosità di 96dB e un'autonomia di circa 8 ore, con un peso di circa 65 kg. Si tratta di un generatore di corrente portatile, anche se il suo peso non lo rende proprio un modello maneggevole e compatto.

Dotato di prese a 230V per collegare un ampio numero di elettrodomestici e altri strumenti, questo generatore è a corrente alternata, quindi inverter, e permette di collegare qualsiasi tipo di elettrodomestico o device senza il rischio di squilibri elettrici grazie alla forma di onda di energia pulita e stabile.

Basta luci tremolanti e corrente che va e viene: questo generatore è tra i top di gamma, pensato per chi vuole dotarsi di uno strumento semiprofessionale anche a casa, ed è in vendita sul sito di Leroy Merlin a 1279,90€.

Honda EU 10i 1Kw

Come alternativa meno costosa – e potente – al modello che abbiamo visto in precedenza c'è questo generatore sempre prodotto da Honda, ma più piccolo e silenzioso e decisamente più maneggevole da trasportare.

Con un peso di 1 kg, questo gruppo elettrogeno ha una potenza di 1000W  e un serbatoio di più di due litri di capacità; ha una rumorosità di circa 87 dB e un'autonomia di tre ore e mezza, dopodichè bisogna aggiungere altra benzina.

Anche questo modello è dotato di tecnologia inverter, che assicura un livello alto della corrente elettrica in modo da non danneggiare gli apparecchi più delicati e sensibili con sbalzi di corrente o danni elettrici. Grazie alla funzione EcoThrottle, il generatore rilascia solo l'energia strettamente necessaria agli elettrodomestici collegati.

Per avere della corrente in più, è possibile collegare due dispositivi dello stesso modello per mezzo di un cavo che li collega in parallelo. Questo gruppo elettrogeno è in vendita su Amazon a partire da 846,49€ e sul sito di Leroy Merlin a 919,90€.

Einhell 4152540

Un modello di generatore di corrente per casa e giardino, ma simile alle tipologie professionali, è quello di Einhell, portatile ma ingombrante come il primo modello di Honda che abbiamo visto.

Questo gruppo elettrogeno ha una potenza di 2300W, un motore a 4 tempi e una potenza di uscita di 50 Hz; è alimentato a benzina e permette di alimentare contemporaneamente due elettrodomestici e dispositivi da 230 volt ciascuno; grazie alla funzione AVR, la potenza di uscita è stabile così da evitare sbalzi elettrici.

Il serbatoio è molto capiente: può infatti contenere fino a 15 litri di benzina, con un'autonomia di circa 12 ore; non si tratta di un generatore automatico, bensì di un gruppo elettrogeno che ha bisogno di un cavo di avviamento per accendersi.

Sicuro e potente, è in vendita su Amazon a partire da 218,90€.

SUAOKI

Con una potenza di 300W e l'accensione automatica, il generatore di corrente silenziato di Suaoki è tra i meno potenti della sua gamma, ed è ideale per chi ricerca una soluzione green per un gruppo elettrogeno da usare in campeggio o per alimentare luci a led.

Ha una capacità di carico di 400Wh ed è alimentato grazie all'energia solare per mezzo di un pannello fotovoltaico. Pesa meno di 6 kg ed è quindi a pieno titolo un generatore di corrente portatile, maneggevole e facilmente trasportabile.

Oltre all'ingresso per le prese di corrente da 220volt, questo gruppo elettrogeno presenta anche delle porte USB per ricaricare gli smartphone e altri device tecnologici;  può essere ricaricato, oltre che con l'energia solare, anche grazie all'accendisigari dell'automobile o a un adattatore AC.

Facile da usare, comprende un manuale semplificato di istruzioni ed è perfetto per chi cerca un'alternativa ecosostenibile e a zero emissioni rispetto ai generatori alimentati con carburante; è in vendita su Amazon a partire da 329,99€.

Daewoo GDA980

Andiamo avanti nel confronto tra modelli di generatore di corrente alimentati a benzina con il gruppo elettrogeno proposto da Daewoo, con design compatto, potenza elevata e un livello basso di consumi.

Questo modello di generatore ha una potenza di 720W e un serbatoio di 4,2 litri di capacità, e permette un'uscita in corrente continua di 12 V. Il motore è a due tempi, come tutti i modelli di gruppo elettrogeno pensati per un utilizzo domestico; il peso di circa 17 kg permette di trasportarlo facilmente.

Riesce a erogare la corrente a 220V in modo stabile, evitando sbalzi energetici, ed è abbastanza silenzioso; si tratta di un generatore di corrente monofase, dotato di tecnologia inverter e abbastanza economico. È infatti disponibile online a partire da 111,52€.

Vinco

Anche il generatore di corrente prodotto da Vinco è tra i più economici sul mercato: si tratta di un modello silenziato e portatile, e il trasporto è reso più facile dalla maniglia posizionata sulla parte superiore del gruppo elettrogeno.

Questo modello ha una potenza di 800W, è semisilenziato e presenta un motore monofase alimentato a benzina, con una capacità del serbatoio di 4,2 litri e un peso di 16 kg. Con avviamento manuale e tecnologia inverter, può essere utilizzato per piccoli lavori di bricolage, campeggio o altre attività all'aperto.

È dotato di un'uscita di 12V per la ricarica delle batterie delle auto o delle imbarcazioni, e ha un'autonomia di 6 ore con il serbatoio pieno. Questo modello è in vendita su Amazon a partire da 91,89€.

Briggs&Stratton P2200

Continuiamo il nostro confronto tra diversi modelli di generatori di corrente con il gruppo elettrogeno prodotto da Briggs & Stratton.

Ha una potenza di 2200W all'accensione e 1700W durante il suo funzionamento, pesa 24 kg ed è un generatore di corrente silenziato, quindi a bassa rumorosità rispetto ad altri modelli della stessa potenza, infatti ha un indice di rumorosità di soli 59 dB. È alimentato a benzina miscelata con olio, ed è dotato di inverter a onda sinusoidale per un'uscita pulita e stabile della corrente, evitando così i problemi legati al sovraccarico.

Il serbatoio ha una capacità di 3,8 litri, e al 25% del suo carico questo generatore ha un'autonomia di 8 ore. Nonostante il suo peso medio, è facile da trasportare grazie al doppio manico posizionato sulla parte superiore del generatore. Sul pannello di controllo sono presenti due prese da 230V e una presa per la ricarica delle batterie a 12V, oltre a un ingresso USB.

Grazie alla specifica porta è inoltre possibile connettere un ulteriore gruppo elettrogeno per avere maggiore energia elettrica; questo modello è disponibile online a partire da 781,80€.

Hyundai Inverter hg2000i-b

Passiamo adesso a una delle marche più riconosciute e affidabili per quanto riguarda la produzione di gruppi elettrogeni, ovvero Hyundai.

Questo generatore di corrente è un modello inverter con potenza di 1600W e la presa di corrente per elettrodomestici e altri dispositivi che usano la spina a 230 V. Il motore è a benzina ed è a quattro tempi, quindi differente rispetto ai modelli visti finora con motore a due tempi.

Il serbatoio ha capacità di 4 litri, e il gruppo elettrogeno ha 3 ore di autonomia; è possibile accendere questo strumento sia manualmente che in modo automatico, così da renderlo utilizzabile anche per chi è alle prime armi con i gruppi elettrogeni. Si tratta di un dispositivo abbastanza silenzioso, con 58dB di rumorosità.

Con un peso di 21 kg e una garanzia di 2 anni su eventuali malfunzionamenti o guasti, questo generatore di corrente è in vendita su Amazon a partire da 508,13€.

Vigor G-900 2T

Non sarà il generatore più silenzioso che troverete sul mercato, ma il modello di Vigor fa il suo dovere e si colloca nella fascia economica rispetto ai gruppi elettrogeni visti finora.

È però tra i più leggeri che abbiamo visto, infatti pesa circa 17 kg. Ciò è dovuto anche al fatto che la struttura è realizzata in alluminio, uno dei materiali più maneggevoli e allo stesso tempo resistenti in circolazione; si tratta di un gruppo elettrogeno portatile, facilitato per il trasporto anche grazie alla maniglia.

La sua potenza è di 650W e permette di collegare delle prese di elettrodomestici da 230V, oltre ad avere un ingresso da 12V per la ricarica delle batterie. Con meccanismo di avviamento manuale, questo modello di Vigor è in vendita online a partire da 134,50€.

Di Marzio Energy

L'ultimo modello oggetto del nostro confronto è prodotto da Di Marzio Energy e presenta due ruote che ne facilitano il trasporto nonostante un peso di 40 kg.

Si tratta di un generatore di corrente con potenza di 2000W alimentato a benzina, come tutti i modelli per uso domestico disponibili sul mercato. Il motore è monofase e a 4 tempi, con un indice di rumorosità di 65 dB e un'autonomia di 12 ore. Lo stabilizzatore di tensione permette di avere una corrente in uscita sempre stabile, in modo da non avere sovraccarichi o danni ai dispositivi più sofisticati.

Oltre all'uscita da 230V ha anche quella da 12V per il caricamento delle batterie e un voltometro, per conoscere sempre il livello del voltaggio in uscita. È in vendita su Amazon a partire da 347€.

Come scegliere il gruppo elettrogeno

Il confronto tra i diversi modelli di generatore di corrente ci ha già permesso di avere un'idea delle caratteristiche tecniche indispensabili per scegliere un buon modello di gruppo elettrogeno.

Come promesso, ecco la guida all'acquisto vera e propria, quindi la spiegazione passo passo di tutti gli elementi indispensabili in un generatore di corrente che si rispetti.

Potenza

È la caratteristica principale di un generatore di corrente, perchè ci dà subito un'idea di quanti e quali elettrodomestici e dispositivi poter collegare al gruppo elettrogeno in caso di blackout o durante le attività all'aria aperta.

Come abbiamo visto, sul mercato ci sono modelli di potenza diversa: il massimo per i generatori di corrente per casa – e in generale per un utilizzo domestico, non industriale – è di circa 3kw, tranquillamente in grado di sostenere l'utilizzo di piccoli e grandi elettrodomestici, di pc e altri dispositivi.

La potenza non è il solo parametro da tenere in considerazione: bisogna infatti valutare anche il lavoro del generatore, ovvero il numero di watt che esso riesce a fornire in un determinato arco di tempo, espresso in kw/h (ovvero numero di kilowatt per ogni ora di utilizzo).

Tecnologia Inverter

Tutti i generatori di corrente che abbiamo preso in considerazione nel nostro confronto sono dotati di tecnologia inverter, ma in realtà quasi tutti i gruppi elettrogeni a corrente alternata disponibili sul mercato sono dotati di inverter.

Ma che cos'è un inverter? Si tratta di un meccanismo che si occupa di regolare l'intensità della corrente elettrica emessa dal generatore, ed è indispensabile per collegare quei dispositivi – come televisori, pc, tablet e smartphone – che potrebbero risentire molto di un sovraccarico energetico.

Detto in altre parole, l'inverter permette di canalizzare la corrente elettrica nel modo giusto, evitando di fornire più o meno energia di quanto effettivamente serva, e quindi migliorando anche le prestazioni del gruppo elettrogeno in termini di durata del carburante.

Alimentazione

All'inizio di questa guida abbiamo detto che i generatori di corrente possono essere alimentati in vario tipo: a benzina, a diesel, a gpl o metano, a energia solare. Nella realtà, come abbiamo visto, tra 10 modelli disponibili in rete per uso domestico 9 sono alimentati a benzina, e solo uno è alimentato a energia solare.

I modelli di gruppi elettrogeni a diesel sono principalmente quelli trifase, pensati per un utilizzo industriale, molto più potenti e costosi, e decisamente sovradimensionati rispetto alle esigenze della casa, del campeggio e delle attività all'aria aperta.

I generatori di corrente a gpl sono invece ancora scarsamente disponibili sul mercato, anche se rappresentano comunque una buona alternativa per un uso domestico, anche perchè le emissioni di questi gruppi elettrogeni sono meno inquinanti rispetto ai modelli alimentati a benzina della stessa potenza.

Rumorosità

I vecchi generatori di corrente erano rumorosi praticamente quanto dei trattori: con il tempo le case produttrici hanno creato dei modelli sempre meno rumorosi, ovvero i generatori di corrente silenziosi e i gruppi elettrogeni super silenziosi.

Il processo mediante il quale si riduce la rumorosità è in realtà molto semplice: il generatore viene ricoperto da un involucro di plastica, che ne attutisce il rumore. Per capire immediatamente se un generatore di corrente è silenziato, dovete dunque guardare questa caratteristica: se il corpo macchina è visibile, allora si tratta di un modello non silenziato.

Se invece il corpo macchina è nascosto perchè vi è un rivestimento plastico, allora vuol dire che il gruppo elettrogeno è a bassa rumorosità. La quantità di rumore emesso dal generatore si esprime in decibel (dB) ed è sempre presente sulla scheda tecnica di questi modelli.

Autonomia

Per autonomia di un generatore di corrente ci riferiamo principalmente alla quantità di tempo che passa tra un pieno di carburante e l'altro. Le case produttrici indicano dei valori medi di autonomia rispetto ai diversi gruppi elettrogeni, ma è chiaro che si tratta di un valore meno definibile in modo preciso, diversamente rispetto a quanto accade per la potenza o la capacità del serbatoio.

Un generatore di corrente che funzionerà al massimo della sua potenza durerà chiaramente meno rispetto allo stesso generatore a potenza minima: si tratta quindi di un parametro da tenere in considerazione, ma non fondamentale, perchè è un valore non assoluto ma relativo, cambia in base all'utilizzo che fate del gruppo elettrogeno.

Peso e trasporto

Non tutti i modelli di generatori possono essere trasportati: in questa guida abbiamo però posto l'accento sui generatori di corrente portatili, ovvero quelli già pensati per essere utilizzati in situazioni diverse ed essere trasportati spesso.

I generatori di corrente portatili hanno solitamente un peso inferiore rispetto a quelli fissi, ma quasi nessuno è ultraleggero: come abbiamo visto il modello più compatto pesa circa 6 chili, ma esistono in commercio anche generatori portatili da 40 chili.

Maniglie, ruote e sistemi di trasporto possono sicuramente facilitare la movimentazione di questi strumenti, che anche per questioni di sicurezza non possono essere realizzati con materiali troppo leggeri, e che quindi non potranno mai avere un peso troppo irrisorio.

Pannello di controllo

Il pannello di controllo del generatore di corrente consiste nelle possibilità che ha l'energia elettrica di uscire dal gruppo elettrogeno per essere utilizzata da noi. Ciò vuol dire che il pannello di controllo è composto dall'insieme di ingressi, prese e cavi che possiamo utilizzare per collegare le lampadine, gli elettrodomestici e i device tecnologici.

Tutti i gruppi elettrogeni possiedono una o due prese da 230V per collegare gli elettrodomestici, e quasi tutti hanno una presa da 12V per ricaricare le batterie dell'automobile oppure delle imbarcazioni. Alcuni, come abbiamo visto nel confronto tra diversi modelli, sono dotati anche di cavi USB, in modo da poter ricaricare facilmente gli smartphone o altri dispositivi.

Dove comprare il generatore di corrente

Il gruppo elettrogeno è un oggetto indispensabile se vivete in una zona interessata spesso dal fenomeno del blackout, se siete dei campeggiatori o degli appassionati di attività all'aria aperta. Che si tratti di mettere un po' di musica, continuare a mantenere in funzione gli elettrodomestici di casa, ricaricare il cellulare in una zona senza corrente o altre necessità, un generatore di corrente saprà sempre darvi l'energia di cui avete bisogno.

Si tratta di oggetti difficili da trovare nei negozi fisici, e che invece sono presenti su Amazon in una grande varietà di modelli e prezzi. Le opinioni e recensioni degli utenti che hanno già acquistato i generatori di corrente vi aiuteranno nella scelta, e in caso di difficoltà o difetti di fabbricazione potrete contare sul servizio clienti di Amazon, probabilmente il migliore al mondo.

Le selezioni di prodotti o servizi contenute in questo articolo sono affidabili e indipendenti. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.